Sui sentieri di Cornovaglia 21-28 agosto 2021

Senza categoria

Un viaggio lento alla scoperta della bellezza selvaggia, le leggendarie coste, gli affascinanti villaggi di pescatori e la delicatezza dei fiori spontanei di questa terra unica. Speciale attenzione ai giardini con fioriture spettacolari di piante Sudafricane e Neozelandesi, nonché giardini più classici con bordure fiorite molto British. Un viaggio tra la costa e l’interno, alla scoperta dei suoi giardini unici e dalla grande varietà.

Giorno 1: Ritrovo in aeroporto di LONDRA STANSTED e partenza per la Brughiera di Dartmoor dove alloggeremo immersi nella natura all bellissimo Prince Hall B&B.   Cena in hotel e notte.

Giorno 2: dopo colazione partiremo per andare a Buckland Monachorum, un antichissimo borgo non lontano, che ospita uno dei giardini più interessanti di tutta Inghilterra -The Garden House. Dopo pranzo andremo a passeggiare nel favoloso parco paesaggistico di Endsleigh, disegnato da Humphrey Repton. Finiremo la giornata con una favolosa cena al Prince Hotel.

Giorno 3: dopo colazione andremo A PASSEGGIARE NELLA BRUGHIERA. DOPO PRANZO andremo dai nostri amici Kenneth e Carol, nel loro bellissimo giardino panoramico nascosto sul ciglio di un bosco antichissimo. Finiremo la giornata spostandoci alla nostra prossima base: The Galley, nel pittoresco porticciolo di Charlestown. Cena e notte.

Giorno 4: dopo colazione andremo a passeggiare nel favoloso parco antico di Lanhydrock, una tenuta nobiliare di cui si visita l’interno, e che in questa stagione offre una delle più belle collezioni di Ortensie del paese, un mare di astilbe, bordure di perenni di grande pregio e le indimenticabili cucine del maniero che ricordano recenti serie televisive. Fuori programma – a pranzo andremo al vivaio del Principe Carlo Duchy of Cornwall dove la nostra amica Becca Stuart del Garden Gate Flower Company (con cui abbiamo fatto molti laboratori di composizione floreale) ci porterà nel suo mondo. Rientro Cena nel pittoresco villaggio di Polperro. Notte a Charlestown al Galley.

Giorno 5: dopo colazione prenderemo il traghetto per attraversare il fiume Fowey e andremo a passeggiare sulla costa a Gribbin Head, dopo aver preso il pranzo al sacco nella bellissima Fowey. Prima di rientrare faremo visita ai nostri amici a Hidden Valley gardens – un’oasi nascostissima di perenni di ogni sorta. Rientro, Cena e Notte a Charlestown.

Giorno 6: dopo colazione andremo a passeggiare sulla costa nord, a San Agnes. Dalle alte scogliere ventose vedremo le spiagge color turchese accessibili solo ai surfer.  Rientrando potremo fermarci dalla amica Wendy nel suo splendido giardino – Bosvigo – nella antica città mineraria di Truro. Notte a St. Ives

Giorno 7: dopo colazione ci sposteremo a sud, esploreremo la costa più selvaggia della Cornovaglia passeggiando a Coverack Bay con i suoi fiordi e baie incontaminate. Nel pomeriggio andremo a far visita ai nostri amici Robert e Carol nel loro giardino eroico Chygurno prima di rientrare a St Ives.

Giorno 8: Con calma dopo colazione ci sposteremo verso LONDRA per i voli i rientro.

ANDATA: RITROVO A LONDRA STANSTED ALLE ORE 11,45 (ORARIO ATTERRAGGIO MASSIMO ORE 11,15)

RITORNO: ARRIVO A LONDRA STANSTED ALLE ORE 16- VOLI DECOLLO DALLE ORE 18 IN POI.

COSTO DEL VIAGGIO Calcolato su 8 partecipanti € 1950 supplemento singola €250. Quota contante GBP 190. Il COSTO INCLUDE 7 notti in B&B, 5 cene ed un pranzo, le visite guidate ed entrate ai giardini, pulmino per tutta la durata del viaggio, accompagnatrice Viaggi floreali bilingue

Il viaggio NON INCLUDE il volo, le bevande a cena, assicurazione di cancellazione disponibile ad €85, tutto quanto non espresso nelle voce IL VIAGGIO INCLUDE.

Per prenotare – compilare il modulo qui sotto

Primavera tra Veneto e Friuli

Senza categoria

Weekend Tra Friuli e Veneto

Festeggiamo insieme l’arrivo della bella stagione con due giorni lenti ma densi di bellezza tra fiori e storia.

Vi invito a conoscere i luoghi da me piu amati in veste primaverile tra Friuli e Veneto.

Inizieremo il nostro weekend nei pressi dell’uscita dell’autostrada di Sacile Ovest alle ore 9,30 per andare insieme alla scoperta di un antico borgo rurale di origini medievali perfettamente conservato e rimasti nelle mani della stessa famiglia dal 1780. Nel 1965 il conte Brando e la contessa Cristiana affidarono al paesaggista inglese Russell Page la riorganizzazione e l’ampliamento del parco: gli alberi centenari vennero affiancati da rare essenze.
Il parco paesaggistico e’ elegante ma sobrio, romantico ma senza affettazioni, con i suoi specchi d’acqua originati da acque risorgive, boschetti di conifere, latifoglie, splendidi esemplari di rose e orchidee rare, coltivati nel parco e nella serra che potremo vivere con tranquillita’ assieme al fascinoso giardiniere.

Oggi Villa Brandolini d’Adda e’ una splendida azienda agricola a conduzione biologica, produce ottimo vino e farine antiche, con grande attenzione alla conservazione della biodiversità. Finiremo la nostra visita con una degustazione dei loro vini.

A sola mezz’ora di macchina ci dirigeremo verso l’antichissimo Castello di Cordovado dove, dopo un prelibato e romantico light lunch alla Caffetteria del Borgo ‘Se son Rose’, saremo accompagnati da Benedetta Piccolomini nella visita dell’antico parco segreto dentro le mura. Parco curato con tanto amore ed attenzione (con metodi biodinamici) che ha visto crescere numerose generazioni dei Piccolomini, antichissima famiglia italiana.

Fine visite verso le 17.

Per chi desidera rimanere con noi la notte, abbiamo prenotato al fascinosissimo Albergo al Sole di Asolo, la perla nascosta del Veneto collinare.

Domenica 4 ottobre 2020

Incontro alle ore 10 all’albergo al Sole con la nostra guida che ci portera’ a scoprire i segreti di questo affascinante borgo medievale e dei suoi personaggi illustri. In particolare ci soffermeremo sulla figura di Freya Stark famosa per i viaggi in Medio Oriente, che intraprese a trentaquattro anni e la accompagnarono fino alla vecchiaia. Si occupò di cartografia, archeologia e durante la seconda guerra mondiale lavorò per il governo britannico. Morì centenaria ad Asolo che iniziò a frequentare da bambina (qui risiedeva una piccola comunità di inglesi, tra i quali il pittore Herbert Young, amico dei genitori e figura di riferimento per lei e la sorella Vera), e che divenne in seguito il suo buen retiro.

È stata una delle più grandi viaggiatrici del Novecento, oltre che la caposcuola del travel writing e una delle icone più importanti della libertà e dell’emancipazione femminile. I luoghi che la Stark attraversò erano zone “calde”, allora come oggi, e le puntuali e appassionate descrizioni a cui affidava la sua interpretazione e le sue emozioni consentono al lettore di immergersi nella magia di intere regioni, ora difficilmente accessibili. Visiteremo la sua casa ed il suo giardino oltre al resto del borgo. Durata della visita 2 ore.

Avremo un’ora libera per il pranzo prima di andare verso Padova dove concluderemo il nostro weekend nel romanticissimo giardino Paradis des Papillons di Michele Calore che in questo momento offre lo spettacolo inimmaginabile di astri, ultime rose, graminacee fiorite, bacche e primi colori autunnali.

Fine delle visite ore 17 circa.

Costo del weekend con Notte ad Asolo, prima colazione, tutte le visite, cena gourmet, due pranzi. Euro 390 in camera doppia/matrimoniale

PER PRENOTARE compilare il modulo qui di seguito

Fotoracconti di viaggio per tutto dicembre e gennaio

fotoracconto

Cari compagni di viaggio,

Vi ringrazio per aver aderito al sondaggio sulle preferenze di viaggio per il 2021, in base al quale abbiamo creato il programma del 2021, che potete leggere sul sito. 

La situazione attuale non fa certo sentire tranquilli, anch’io ho rinunciato a tornare a casa dall’Inghilterra dove a ottobre ero tornata per fare ancora volontariato a Bressingham gardens. Ma da aprile siamo tutti fiduciosi che le vaccinazioni avranno reso tutto più sicuro.

Da quassù quindi ho iniziato a raccontare i miei viaggi con delle allegre video conferenze gratuite durante le quali vi porto per mano a scoprire la bellezza di questi luoghi ed i loro giardini con le foto che ho scattato negli 8 anni di Viaggi Floreali.

Domenica 13 dicembre si è tenuta la prima conferenza sui giardini invernali con la partecipazione speciale di Adrian Bloom – il creatore del Winter Garden di Bresingham che risponde a domande tecniche e qui potete vedere la registrazione (passate al minuto 20 per evitare la sala d’attesa) Vi chiederà di usare questa password: nZr*GR0j

Il 22 dicembre invece farò un laboratorio sulla creazione di una decorazione per la tavola di natale con materiale spontaneo o da giardino e piccoli chiudipacco naturali. PRENOTA QUI IL TUO POSTO

Segnalo anche i prossimi incontri sui Viaggi – durano tutti un’ora circa e sono gratuiti – è un bel modo per viaggiare e nutrirsi di bellezza anche stando a casa.

19 dicembre ore 18 Natura e giardini privati di Piemonte https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_JEEXU_8fRoeEx6bC-Kx_uQ
9 gennaio ore 18 natura e Giardini privati di Sicilia https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_CsGg8QM8RfmaXglr8oTtXw
10 gennaio ore 18 Bressingham Gardens attraverso le stagioni https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_VolrNUUhTnCIu55HJH0-Nw
16 gennaio ore 18 giardini e natura della Cornovaglia https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_QbveZRuGQWK_bJzaKhaIcw
18 gennaio ore 18 Natura e Giardini del Friuli Venezia Giulia
23 gennaio ore 18 Giardini e Natura del Lake District
24 gennaio ore 18 i giardini di Gertrude Jekyll

Spero di vedervi almeno virtualmente in queste occasioni e colgo l’occasione per augurarvi una natale sereno.

Piemonte magico tra Castelli, rododendri, vivai e giardini privati

Senza categoria

Costellato di castelli e dimore affascinanti, nonché di aziende vitivinicole di altissima qualità, il Piemonte è ricco di bellezze ora delicate, ora sfacciate, che meritano di essere visitate in ogni stagione.

Un viaggio lento scoprire gli angoli meno conosciuti di questa terra magica, a spasso tra giardini, parchi, vivai, castelli e vigneti. Un viaggio primaverile per godere delle spettacolari fioriture del periodo. Iniziando dal Biellese troveremo vallette di rododendri ed azalee perfettamente fioriti, mentre scendendo verso il sud della regione godremo di magnifici roseti e peonie. Questo viaggio unisce la bellezza naturale a quella di giardini più belli ed interessanti,  alla maestria dei vivaisti d’eccellenza.

Nel viaggio andiamo a scoprire l’enogastronomia regionale e non ci facciamo mancare alcuni dei più bei castelli.

Date 15-20 maggio 2021

PROGRAMMA di MASSIMA

Giorno 1:

ore 10 Ritrovo al Parco della Burcina a Biella per visita guidata con il direttore Fabrizio Bottelli. Una passeggiata botanica nel fascinoso parco all’inglese creato dalla famiglia Piacenza, godendo dei liriodendri e ginkgo ormai dorati e lo splendido panorama circostante. Scopriremo i retroscena di questa famiglia di magnati dell’industria tessile.

Dopo pranzo, sempre con Fabrizio Bottelli andremo al Parco monumentale di Oropa, un cimitero monumentale degno di una capitale Europea, nascosto in una antica faggeta dal sapore mistico.

Notte al Bucaneve, splendido hotel all’interno dell’oasi Zegna – altra realtà superlativa del Biellese.

Giorno 2. Dopo una panoramica colazione andremo all’Oasi Zegna dove saremo catapultati all’inizio del 1900 con il racconto della visionaria opera di Ermenegildo Zegna, imprenditore illuminato che ha creato un impero della lana su questa montagna aspra e difficile, trasformando una società e la montagna stessa. Vedremo la strada panoramica fatta costruire da lui e ricoperta di rododendri spettacolari. In questa visita ci guiderà la nipote, Laura Zegna che ci aprirà anche le porte del giardino di casa disegnato dal paesaggista Pietro Porcinai. Nel pomeriggio andremo al Castello di Masino. Inizialmente adibita a fortezza per il suo ruolo difensivo, il castello era cincordato da alte mura e da possenti torri di guardia, che però scomparvero dopo il Rinascimento per far posto ai magnifici giardini. Alla fine del Settecento la tenuta perse completamente il suo valore difensivo per trasformarsi definitivamente in una dimora di campagna adibita a feste, momenti di relax e attività ludiche. Tra le bellissime sale visiteremo il Salone da Ballo, una bellissima sala finemente decorata e con grandi finestre da cui si gode della vista sul verde del grande parco del castello. E poi la Sala degli Stemmi, la Sala dei Gobelins con le magnifiche tappezzerie ed il Salone degli Dei sontuosamente decorato così come la Galleria dei Poeti. All’esterno la grande Terrazza dei Limoni e la più piccola Terrazza degli Oleandri, da cui godere di un panorama davvero incantevole, immerso nel verde e nella pace della campagna piemontese. La tenuta di Masino è circondata inoltre da un enorme parco paesaggistico all’inglese con una importante collezione di alberi monumentali che scopriremo con una visita guidata. Notte al castello di San Sebastiano a Castagneto Po.

Giorno 3. Oggi dedicheremo al giornata alla visita di tre spettacolari vivai d’eccelsa della zona. Al mattino dopo colazione andremo in visita al Vivaio Peyron con le sue rose, clematis e ortensie favolose. Un vivaio che ha segnato l’inizio di un viviamo specialistico in Piemonte. Saremo guidate in questa visita da Anna Peyron e Saskia Pellon. A seguire faremo una visita al Vivaio ‘Erbario della Gorra’ – una delle realtà più ricche ed interessanti nel panorama delle piante perenni in Italia. Bellissimo giardino espositivo. Faremo quindi visita ad un amico speciale che con la sua famiglia riproduce bellissime rose antiche e pianta da bacca – Maurizio Feletig. Dopo pranzo andremo in visita al Vivaio della Gorra. Ci sposteremo quindi nelle Langhe, dove continueremo con le cene prelibate. Notte a Grinzane Cavour Hotel Casa Pavesi

Giorno 4. Oggi staccheremo completamente l’attenzione dai giardini e andremo a godere dei panorami delle Langhe, assaggeremo i vini e i prodotti tipici, passeggeremo in natura e visiteremo la bella Alba. Andremo a La Morra per godere del panorama sulle Langhe, poi visiteremo Barolo, per finire faremo la visita guidata alla cantina Ceretto, con degustazione dei loro vini. Rientreremo per la cena gourmet e notte a Grinzane Cavour Hotel Casa Pavesi.

Giorno 5. Al mattino visiteremo il giardino della nostra amica Rosanna Castrini, grande giardiniera e fotografa di giardini a Pinerolo. Nel pomeriggio visiteremo con lei il castello di Manta d il centro storico di Saluzzo. Notte a Pinerolo all’interno dell’antico Torrione di Villa Doria, immerso nel parco del 1700 che visiteremo con piacere.

Giorno 6. Al mattino andremo in visita a Bramafam – il giardino privato di Paolo Pejrone, un luogo pieno di fascino e bellezza, nel pomeriggio faremo visita al giardino botanico di Villa Bricherasio, dove il proprietario ci condurrà in una visita guidata di questo bel giardino all’inglese. La giornata finisce alle 17 circa.

Costo del viaggio in camera doppia/matrimoniale € 1540 a persona, supplemento singola €250. Il prezzo include 5 notti con colazione nelle strutture di pregio in programma, 4 cene, tutte le visite menzionate e la degustazione di vini. Accompagnatrice Viaggi Floreali per tutta la durata del viaggio.

Per prenotare compilare il modulo qui sotto – Indicare se self Drive:

East Anglia Winter Gardens febbraio 2021

Programma di viaggio

Quattro giorni di stupore invernale, immersi nei colori e profumi intensi dei giardini infuocati dell’ East Anglia, avvolti nelle affascinati atmosfere offerte da queste terre poco amate e raccontate da Constable e Turner nei loro dipinti.

Vieni con me nella mia nuova casa, Bressingham Hall, un maniero del 1700 dove alloggeremo per 3 notti assaporando le magiche atmosfere offerte dal giardino invernale che circonda la tenuta (7 ettari di giardino). Avremo la rarissima opportunità di cenare con Adrian Bloom, il creatore del giardino, e capire più approfonditamente la logica delle scelte per la creazione di questo giardino unico.

Ogni giorno visiteremo i famosi giardini invernali della zona, quali Hyde Hall della Royal Horticultural Society, il magnifico giardino Botanico di Cambridge, la spettacolare Anglesey Abbey. Non ci faremo mancare una camminata sulla costa tra brughiera e betulle e condiremo il tutto con pub e ristoranti di altissima qualità.

Foto di Bressingham

A fondo pagina altre foto del viaggio

Programma:

Giovedì 25 febbraio ore 11,30 circa ritrovo all’Aeroporto di Londra Stansted. Partenza per Hyde Hall, il giardino della RHS nell’East Anglia (Ci sono 5 giardini RHS sparsi sul territorio britannico per coprire le differenze climatiche – essendo l’East Anglia la zona più arida d’Inghilterra un giardino qui è fondamentale per motivi di studio e ricerca). A seguire andremo a Bressingham Hall dove ci sistemeremo per i prossimi 3 giorni.

Venerdì 26 febbraio ore 9,30 Dopo una ricca e sana colazione andremo alla scoperta dei 7 ettari di giardino che compongono i Bressingham Gardens. Sviluppati dalla famiglia Bloom, vivaisti dagli anni ’40, sono stati fondamentali nell’evoluzione del giardinaggio inglese, avendo introdotto per primi il concetto di aiuola di perenni e molte delle piante perenni più conosciute al mondo come la crocosmia Lucifer, il geranium Rozanne, molte delle più belle crocosmie, kniphophie, agapanti e conifere.

Avremo modo di apprezzare la spudorata bellezza del giardino invernale, spesso rappresentato su programmi televisivi della BBC e sulle riviste del settore, che è solo una minima parte del giardino stesso che, essendo stato pianificato per essere interessante tutto l’anno attraverso un sapiente utilizzo di sempreverdi dal fogliame interessantissimo, ci offrirà infinite occasioni di stupore. Nel pomeriggio andremo a passeggiare nel bosco fatato di betulle a Dunwich – una brughiera sul mare dal fascino irresistibile. Non ci faremo mancare uno strepitoso Fish and Chips fresco al pub locale.

Sabato 27 febbraio ore 9 Dopo colazione partiremo per andare a Cambridge (1h 20 di macchina) dove visiteremo il giardino botanico che oltre ad ospitare il giardino invernale – una delizia di profumi, colori e strutture originali, vanta due bellissime serre vittoriane con una collezione di orchidee ed una di piante alpine, sempre perfettamente fiorite a febbraio. La parte più intrigante è forse offerta dalla collezione di alberi antichi, che in assenza del fogliame, rivelano le loro ricche trame ed imponenti strutture. Sarà oltremodo affascinate perdersi nell’osservazione della diversità delle loro cortecce. Nel pomeriggio faremo una gita in barca sul fiume Cam (con coperte e bevande calde) prima di rientrare a Bressingham.

Domenica 28 febbraio

Dopo colazione andremo a visitare il parco di Anglesey Abbey, ora perfettamente fiorito di milioni di bucaneve in mezzo agli antichi faggi che circondano la dimora visitabile. Lasceremo quindi per ultimo il bellissimo giardino invernale che ci saluterà con i suoi colori intensi. Dopo pranzo ci dirigeremo verso l’aeroporto di Stansted per i voli di rientro.

Voli da prenotare

atterraggio a Londra entro le ore 11,

decollo da Londra non prima delle ore 17,30.

Costo € 980 in camera doppia, € 1280 in camera singola.

Il prezzo comprende 3 notti a Bressingham Hall con colazione, tutte le entrate, visite ed attività menzionate, 3 cene, accompagnatore Viaggi Floreali bilingue, pulmino a seguito per tutta la durata del viaggio. Non include il volo, i pranzi e le bevande alcoliche a cena.

Per prenotare compilare il modulo qui sotto:

Messaggio di fine stagione

Diario di viaggio

Carissimi amici e compagni di viaggio,

anche questa stagione di viaggi sembra esser giunta al termine, un po’ in anticipo rispetto a quanto sperato.

Per fortuna siamo riusciti a godere in sicurezza dei meravigliosi colori autunnali del Piemonte (21-25 ottobre) un paio di giorni prima dell’aggravarsi delle misure anti-Covid. Non posso non sottolineare quanto sia importante concedersi la possibilità di stare nella bellezza, soprattutto in questo momento.

Il tradizionale viaggio di fine novembre ‘Christmas shopping in Country’ in occasione delle prime luci natalizie e mercatini di Natale londinesi, purtroppo non si farà.

Sarebbe stata mia intenzione organizzarne uno in Toscana, ma date le ultime restrizioni imposte, a malincuore, tiro i remi in barca per il resto del 2020.

Ringraziamo di cuore tutti voi che avete aderito alle nostre iniziative estemporanee in questo strano 2020 (Giardini di Slovenia, Giardini e natura della Valdorcia, Veneto e Friuli), a chi ci ha sostenuto con messaggi incoraggianti e nuove prenotazioni per il 2021 e chi attende con pazienza la possibilità di fare il tanto desiderato viaggio annullato quest’anno.

L’agenzia Viaggi Floreali, grazie alla vostra fiducia e alle ottime leggi slovene, è riuscita fino ad ora a sopravvivere e non rischia la chiusura.

A novembre inizia la riprogrammazione dei viaggi 2020 non eseguiti. Le date dei voli attualmente sono disponibili e sarete contattati con la proposta delle nuove date.

In gran parte i viaggi sono già pieni, ma ci sarà una lista d’esubero da cui creare eventualmente nuovi gruppi.

Siamo fiduciosi che da aprile il vaccino sarà disponibile e che comunque avremo tutti imparato a convivere con saggezza e serenità questa nuova realtà. Crediamo nel potere dell’ottimismo e della positività, vivere nella paura non risolve la situazione e può solo farci del male.

Io ho deciso di passare l’autunno ed inverno in Inghilterra e continuare la mia esperienza da giardiniera volontaria presso Bressingham Gardens, nel Norfolk. Vi regalo qualche scatto dei nostri colori autunnali.

Un caro saluto

Erica Vaccari

Bressingham giorno 7

Diario di viaggio

Mi sveglio con forti dolori al basso ventre. Sembrano i sintomi di una cistite. Sono molto delicata, purtroppo il diabete mi rende particolarmente vulnerabile, e mi è bastato lavorare per qualche ora nel giro d’aria della caffetteria per ammalarmi. Sono ovviamente frustrata, per un attimo percepisco il rischio di entrare in modalità Calimero, reazione comprensibile ma ormai inaccettabile: decido di reagire e non permettere al malessere di condizionarmi o comunque di fermarmi. Judith si offre di darmi un passaggio in macchina a Bressingham. Sono effettivamente stanca e dolorante, ed accetto di buon grado, potendo comunque pedalare al ritorno.

La mattinata a Foggy Bottom è favolosa. Luce meravigliosa, temperatura perfetta. Mi presento puntuale alla porta di Adrian, un po’ imbarazzata nel suonare il campanello, ma non vedendolo in giro mi sembrava opportuno annunciarmi.

Noto una cassetta piena di bottiglie vuote di vino e superalcolici. Mi viene spontaneo pensare a questi tre uomini single non per scelta, alle loro serate tra chiacchiere e bicchierate, mi chiedo se degli uomini così sensibili alla bellezza possono abituarsi a vivere senza la bellezza di un amore.

Con mia piacevole sorpresa, Adrian non è per nulla infastidito dalla mia annunciazione, sembra anzi contento e con entusiasmo mi porta a vedere i lavori da fare. Commento sulla bellezza di una serie di piante in vaso davanti casa, in particolare un Geranium che sembra essere il famoso ‘Rozanne‘ e che non avevo mai visto ne immaginato usato in vaso. Scopro così che anche ‘Rozanne’ è una creazione di Alan Bloom a cui Adrian è molto affezionato, oltre ovviamente a riconoscerne la bellezza. Mi racconta che è sempre Rozanne il geranium usato per creare il fiume azzurro nel Summer Garden, ideale perchè ha una fioritura lunghissima e copiosissima, aiutata certamente da una buona potatura non appena notiamo che rosetta centrale inizia a ributtare (verso metà giugno qui in UK).

Oggi mi viene chiesto di potare una salvia purpurea bellissima che ha invaso il camminamento dietro casa di Adrian, le rose ormai sfiorite ed un viburno a fioritura invernale.

Insomma lavoro nella zona forse più bella in questo momento all’interno del suo giardino privato. E’ un piacere stare qui al sole, prendermi cura di queste deliziose piante, ammirando tra l’altro la fioritura perfetta degli agapanti Liliput in mezzo a dei cuscinetti di Erica vagans con spighe bianche appena abbozzate, intervallati da macchie leggere di Pennisetum orientaleKarley Rose‘… il tutto condito da abbondante Erigeron karvinskianus allegro ed effimero.

La dimensione che mi piace in particolare del lavorare nel giardino degli altri, è che è un modo indiretta di cura e amore anche per la persona. Quando ho tempo, mi piace tanto dare una mano nei giardini degli amici, perchè è un altro modo di volersi bene. E oggi in giardino, ho sentito questa tenerezza nel potermi prender cura del giardino privato di questo canuto, taciturno signore.

Dopo pranzo mi son trasferita nel Summer Garden dove ho continuato il lavoro iniziato ieri di potatura della Nepeta racemosa ‘Walkers Low’. Il caldo di oggi rende il lavoro davvero fastidioso in quanto i minuscoli peli della nepeta si appiccicano alla pelle sudata e nella foga dei movimenti decisi per togliere la potatura si crea un effetto frusta. Santi giardinieri. Mi prendo cura delle Campanule lactiflora che in questa stagione hanno finito la prima fioritura e devono essere accorciate del 50% per permettere una seconda fioritura estiva.

Arrivano le 16 e mi accorgo che tutto sommato i dolori non si sono fatti sentire più di tanto. Inforco quindi la mia bici e corro a casa.

Bressingham Diario giorno 6

Diario di viaggio

Lunedì 20 luglio

Dopo un fine settimana piacevolissimo, parto con largo anticipo e volo sui pedali – mi sento forte, prendo subito un buon ritmo e mi sembra di non sentire alcuna fatica. Giunta alle pale eoliche sul mio percorso capisco che non sono magicamente diventata Bartali, ho semplicemente il vento a favore.

In poco più di mezz’ora raggiungo il giardino e prendo coraggio per presentarmi a Jaime e la sua assistente Helen. Ho capito che qui bisogna farsi strada da soli e inizio a divertirmi a farlo.

Mi sento la solita stalker ad inseguire Jaime mentre, sguardo basso, sta rifilando i bordi delle aiuole con il suo diabolico strumento – uno strimmer con una fresa a rotella che lui maneggia con una tale velocità e precisione da esser diventato in effetti uno spettacolo per diversi visitatori.

Molto imbarazzata dal fatto che non mi vede, non mi sente, o forse non vuole essere disturbato …. non so come comportarmi – vero è che voglio parlarci, possibilmente senza risultare troppo inopportuna.

Niente, vado a parlare con Helen che mi sembra più libera e con grande sorpresa mi accoglie dicendo che sa già tutto di me, avendo parlato con Phil. Intanto arriva Jaime e io scoppio in un pianto sconsolato – sorprendendo me in primis – e tutti gli altri di conseguenza. Sono stanchissima e mi sento male all’idea di stare altre 3 settimane accucciata a togliere erbacce e ho la sensazione di star buttando via il tempo. Jaime mi confessa che purtroppo la natura del giardino è tale che tutti lavorano da soli per riuscire a coprire tutte le zone, ma che in effetti è ingiusto imporlo ad un volontario che viene con la mia assiduità. Dice anche che Adrian aveva menzionato che avrei affiancato Phil questa settimana e che lui stesso avrebbe chiesto ad Adrian se poteva prendermi con se uno o due pomeriggi.

Penso a quanto sia importante mostrare le proprie emozioni e chiedere ciò di cui abbiamo bisogno. Anche qui nella fredda Inghilterra.

Rincuorata me ne vado da Adrian che con grande sorpresa mi dice che per tutta la settimana lavorerò nel suo giardino privato la mattina e affiancherò Phil e Jaime nel pomeriggio. Noto con piacevole sorpresa che nella carriola mi ha messo un materassino di neoprene tutto rosa per i lavori da fare in ginocchio.

Considerando i miei dolori alla schiena, mi viene proposto di lavorare in piedi e di fare la potatura ‘naturale’ di un tasso dorato bellissimo, tenuto a forma sferica ma potato in modo morbido rispettando a mantenendo le singole gemme, di una Berberis porpora, e di un viburno.

Mi sento un po’ a disagio ad aver pensato male, ma velocemente decido che se non avessi detto nulla sarei ancora inginocchiata a togliere Oxalis.

Oggi quindi ho usato le shears (Forbici da potatura) per il viburno che non richiedeva una potatura selettiva, mentre per le potature al naturale ho usato le normali cesoie, per avere il massimo controllo. Arbusti e alberi ben potati hanno un aspetto naturale: non sembrano potati. Una buona potatura è essenzialmente invisibile.

E’ un lavoro che richiede grande concentrazione e osservazione costante, risultando, stranamente, rilassante.

Oggi mi è stato chiesto anche di irrigare. Banale diresti. Ma oggi ho davvero toccato con mano quanto sia, invece, problematico il cambiamento climatico in questa zona. Il giardino non ha un sistema di irrigazione perché quando è stato creato non ce n’era bisogno e adesso, con estati secche e temperature sopra i 30 gradi come adesso, necessita di costante irrigazione manuale. Un vero problema, sia per il tempo che comporta spostare le gomme e gli sprinklers ed il costo dell’acqua.

Subito dopo pranzo vado a cercare Phil nel ‘fragrant garden’ ovvero la zona di unione tra il Dell e Foggy Bottom, caratterizzato da piante aromatiche.

Il mio compito di questo pomeriggio è di potare la nepeta… tanta nepeta.. un fiume di nepeta (Nepeta racemosa ‘Walker’s Low’). In questo giardino, infatti, la nepeta viene utilizzata come elemento riempitivo, quasi un collante che dà unità alle bordure. Viene usate in grandi quantità in mezzo ad altre perenni. E’ spettacolare a inizio estate con la fioritura copiosa delle sue spighe violacee, e se tagliata appena inizia a sfiorire, regala velocemente una seconda fioritura. Data la quarantena, non è stato possibile potarla al momento giusto, e le fioriture si stanno già accavallando. Il compito quindi è di tagliare del tutto i rami sfioriti tutto attorno, mentre tagliare di 2/3 la parte centrale, facendo attenzione di non tagliare i getti nuovi.

La nepeta ha un odore molto forte e caratteristico, che con questo caldo viene esaltato e ti avvolge pienamente.

Questo mettere ordine alle bordure mi appaga tantissimo, vedo subito il risultato del mio lavoro, e nonostante sia impegnativo fisicamente non pesa poi così tanto: certo il materassino di Adrian oggi ha fatto la differenza.

Penso a quanto sia sempre presente la componente psicologica in tutto quello che facciamo. Penso alla mia amica Penny Pritchard di Cleave Hill, nel Devon ed al suo giardino gioiello. La sua filosofia prevede che il giardino sia composto da tante piccole zone ben delineate (da piante, muretti, gradini) affinchè sia fiscamente e mentalmente più facile farne la manutenzione. Dedicandosi ad una piccola zona alla volta, si ha sempre la gratificazione di poter iniziare e finire il lavoro intrapreso, su un’area piccola, senza farsi prendere dallo sconforto vedendo quanto lavoro c’è ancora da fare in altre zone. Very clever!

Rientrando in bicicletta mi sento stanchissima, gli ultimi due chilometri contro vento sembrano interminabili. Arrivo a casa stremata e senza avere la forza per una doccia mi sdraio, addormentandomi per 3 ore. Ringrazio il cielo per essere a casa di Judith anziché in qualche B&B da sola. Gentilmente mi sveglia portando con se il profumo della zuppa che ha preparato per cena. Penso a quanto l’entusiasmo possa far passare in secondo piano i sintomi della stanchezza. Penso alla fortuna di potermi dedicare così intensamente ad una cosa nuova. Penso a quanto questo Covid per me sia stato un dono.

NOTA sulla NEPETA

Tratto dal Libro di Adrian ‘Bloom’s Best Perennials and Grasses’ (Timber Press 2010)

Nepeta racemosa ‘Walker’s Low’

Le nepete da giardino più amate e diffuse vengono per lo più dall’Europa meridionale. La Nepeta racemosa nelle sue diverse varietà cresce bene in terreno sassoso e ben drenato, ben esposta al sole ma anche in mezz’ombra, ha foglie grigio verdi e fiori che possono variare dal lilla al blu intenso, possono raggiunge fino i 90 cm di altezza. Può essere potata fino a 4 volte nel nostro clima italiano per gioire di molteplici fioriture.

Inno all’Autunno 3-4 ottobre 2020 in Friuli e Veneto

fotoracconto, Programma di viaggio

Weekend Tra Friuli e Veneto

Festeggiamo insieme l’arrivo dell’ autunno con due giorni lenti ma densi di bellezza tra fiori e storia.

Vi invito a conoscere i luoghi da me piu amati in veste autunnale tra Friuli e Veneto.

Inizieremo il nostro weekend nei pressi dell’uscita dell’autostrada di Sacile Ovest alle ore 9,30 per andare insieme alla scoperta di un antico borgo rurale di origini medievali perfettamente conservato e rimasti nelle mani della stessa famiglia dal 1780. Nel 1965 il conte Brando e la contessa Cristiana affidarono al paesaggista inglese Russell Page la riorganizzazione e l’ampliamento del parco: gli alberi centenari vennero affiancati da rare essenze.
Il parco paesaggistico e’ elegante ma sobrio, romantico ma senza affettazioni, con i suoi specchi d’acqua originati da acque risorgive, boschetti di conifere, latifoglie, splendidi esemplari di rose e orchidee rare, coltivati nel parco e nella serra che potremo vivere con tranquillita’ assieme al fascinoso giardiniere.

Oggi Villa Brandolini d’Adda e’ una splendida azienda agricola a conduzione biologica, produce ottimo vino e farine antiche, con grande attenzione alla conservazione della biodiversità. Finiremo la nostra visita con una degustazione dei loro vini.

A sola mezz’ora di macchina ci dirigeremo verso l’antichissimo Castello di Cordovado dove, dopo un prelibato e romantico light lunch alla Caffetteria del Borgo ‘Se son Rose’, saremo accompagnati da Benedetta Piccolomini nella visita dell’antico parco segreto dentro le mura. Parco curato con tanto amore ed attenzione (con metodi biodinamici) che ha visto crescere numerose generazioni dei Piccolomini, antichissima famiglia italiana.

Fine visite verso le 17.

Per chi desidera rimanere con noi la notte, abbiamo prenotato al fascinosissimo Albergo al Sole di Asolo, la perla nascosta del Veneto collinare.

Domenica 4 ottobre 2020

Incontro alle ore 10 all’albergo al Sole con la nostra guida che ci portera’ a scoprire i segreti di questo affascinante borgo medievale e dei suoi personaggi illustri. In particolare ci soffermeremo sulla figura di Freya Stark famosa per i viaggi in Medio Oriente, che intraprese a trentaquattro anni e la accompagnarono fino alla vecchiaia. Si occupò di cartografia, archeologia e durante la seconda guerra mondiale lavorò per il governo britannico. Morì centenaria ad Asolo che iniziò a frequentare da bambina (qui risiedeva una piccola comunità di inglesi, tra i quali il pittore Herbert Young, amico dei genitori e figura di riferimento per lei e la sorella Vera), e che divenne in seguito il suo buen retiro.

È stata una delle più grandi viaggiatrici del Novecento, oltre che la caposcuola del travel writing e una delle icone più importanti della libertà e dell’emancipazione femminile. I luoghi che la Stark attraversò erano zone “calde”, allora come oggi, e le puntuali e appassionate descrizioni a cui affidava la sua interpretazione e le sue emozioni consentono al lettore di immergersi nella magia di intere regioni, ora difficilmente accessibili. Visiteremo la sua casa ed il suo giardino oltre al resto del borgo. Durata della visita 2 ore.

Avremo un’ora libera per il pranzo prima di andare verso Padova dove concluderemo il nostro weekend nel romanticissimo giardino Paradis des Papillons di Michele Calore che in questo momento offre lo spettacolo inimmaginabile di astri, ultime rose, graminacee fiorite, bacche e primi colori autunnali.

Fine delle visite ore 17 circa.

Sabato Costo della singola giornata Euro 70 a persona, incluse tutte le visite guidate e degustazione a Villa Brandolini. Incluso il light lunch a Cordovado a base di insalata di orzo, pasticcino e caffe’.

Domenica Costo della singola giornata Euro 70 inclusa visita privata con guida ad Asolo e Villa Freya, visita privata a Paradis des Papillons con caffe e pasticcini.

Costo del weekend con Notte ad Asolo, prima colazione, tutte le visite, cena gourmet, il pranzo del sabato. Euro 350 in camera doppia/matrimoniale

PER PRENOTARE IL WEEKEND INTERO compilare il modulo qui di seguito