The Dutch Wave

Un viaggio alla scoperta della Dutch Wave, ossia lo stile contemporaneo olandese di fare giardino basato sull’utilizzo di colonie di erbacee perenni e graminacee ispirata inizialmente alle fioriture spontanee delle vallate dell’Europa centrale, e poi migliorato con l’introduzione di graminacee delle praterie nordamericane.

Un viaggio diverso da quelli inglesi, con giardini completamente diversi, paesaggi diversi, che ci porterà alla scoperta e valorizzazione di un altro modo di fare giardino naturalistico, utilizzando ciò che le condizioni climatiche e geomorfologiche consentono, unite ad una profonda conoscenza botanica dei plantsman olandesi contemporanei i cui giardini visiteremo.

Itinerario:

Giorno 1: Iniziamo il nostro viaggio aprendo il cerchio dello stile naturalistico olandese con una camminata al parco botanico di Amstelveen. Passeremo quindi la notte nella bella Appeldoorn.

Giorno 2:

Da qui inizieremo la giornata con la visita al giardino privato di Piet Oudolf, il padre del Nuovo Perennialismo, ossia l’evoluzione del movimento Olandese di fare giaridno con impianto naturalistico, ovvero ispirato dalle fioriture spontanee di prateria dove graminacee e perenni convivono in un equilibrio variabile ma sano.

Hummelo è stato dagli anni 80 il campo di prova di Piet Oudolf, il posto in cui, assieme alla moglie Anja, hanno sperimemntato migliaia di piante per selezionare le più resistenti, le più adatte allo stile che aveva in mente. A parte la classica siepe olandese, Hummelo è un giardino in costante evoluzione. Qui vedremo il suo tentativo di ricreare un ambiente naturale, un giardino creato su regole naturali.

Nel pomeriggio andremo alla scoperta del Parco Nazionale Hoge Veluwe, dove in bicicletta percorreremo le zone pasaggistiche più belle, tra le vaste distese di Erica in fiore, per poi visitare il museo di arte moderna Kroeller-Mueller al suo interno, che ospita la seconda più vasta collezione di opere di Van Gogh.

Dormiremo nella bellissima città anseatica – Zwolle.

Giorno 3

Dopo una visita guidata alla città di Zwolle e del tempo libero per lo shopping

saremo pronti per ripercorre 80 anni di storia del garden design olandese attraverso 28 giardini espositivi creati dalla più famosa ed influente garden designer Olandese – Mien Ruys – nel corso della sua lunghissima carriera. Figlia di vivaisti, Mien Ruys inizia a sperimentare le sue doti da designer già a vent’anni con uno stile semplice e leggero che si contrapponeva alla pesantezza e rigidità della sua epoca.

Già negli anni ’40 aveva compreso l’importanza degli orti e giardini sociali come fonte di rinascita dopo le guerre. Fu indubbiamente influenzata dal lavoro di Gertrude Jekyll per quanto riguarda le bordure di perenni che caratterizzano il suo stile. Una donna forte e coraggiosa che nei suoi 80 anni di carriera non ha mai smesso di sperimentare, ideando stili, e trovando materiali al passo con i tempi.

Dopo aver visto i giardini di Oudolf e Ruys – padre e madre del giardinaggio contemporaneo olandese, sarà affascinante vedere i loro principi sviluppati da altri giardinieri meno conosciuti ma assolutamente ispirati.

La prossima tappa infatti ci porta al giardino del compianto Henk Gerritsen – ‘Priona’. Gerritsen nasce come pittore, ma dopo aver conosciuto Mien Ruys nel 1977 capisce che progettare giardini è la naturala evoluzione del suo talento unito alla passione per le piante.

Nel 79 inizia a creare con l’amico di sempre Anton Schlepers, un grande giardino dove piante spontanee provenienti da tutto il mondo e piante selezionate convivono pacificamente in una giardino a basso impatto di manutenzione e dal grande effetto estetico – del tutto esterno ai canoni dell’epoca. Il suo concetto di base per la realizzazione e mantenimento di questo giardino naturalistico prevede la tolleranza di malattie in quanto causate da errori umani sulla scelta della pianta o della sua collocazione e di insetti in quanto il giaridno è comunque parte di un ecosistema che va amato in tutto il suo ciclo evolutivo.

Assieme a Piet Oudolf hanno scritto diversi libri sulle perenni da loro sperimentate. Il giardino è stato ampiamente pubblicato su importanti riviste internazionali.

Qui ceneremo a son di piatti creativi con i fiori del giardino.

Dormiremo sul confine di un parco naturale, a Ruinen.

Giorno 4: Il prossimo è un giardino botanico privato diviso in 24 giardini tematici creati da una coppia nell’arco di 30 anni. Bellissimi giardini d’ombra, le bordure di perenni stile Oudolf, i giardini mono colore, le collezione di dalie e di helenium, i giardini d’acqua. Si chiama ‘De Luie Tuinman’ ovvero il giardiniere pigro.. sarà davvero così?

Spostandoci a Nord invece andremo a far visita ad vivaio con giardino espositivo unico per bellezza e qualità delle piante da prateria. Specializzata in graminacee e perenni da fiore, Lianne’s è il vivaio più richiesto e più fornito d’Olanda. Fondato e gestito dalla proprietaria Lianne Pot, sarà una bella scoperta.

Dormiremo nella città universitaria di Groeningen.

Giorno 5: Sabato mattina ospita il bellissimo mercato in piazza, dove sarà possibile acquistare bulbi e cibo genuino di tutto il paese. Dopo aver fatto una visita guidata della città, andremo a visitare Kwekerlij Jakobs, un vivaio molto romantico specializzato in Helenium e graminacee, con un giardino espositivo indimenticabile.

Notte a Groeningen

Giorno 5: Sabato mattina ospita il bellissimo mercato in piazza, dove sarà possibile acquistare bulbi e cibo genuino di tutto il paese. Dopo aver fatto una visita guidata della città, andremo a visitare Kwekerlij Jakobs, un vivaio molto romantico specializzato in Helenium e graminacee, con un giardino espositivo indimenticabile.

Notte a Groeningen

Giorno 6: Dopo colazione andiamo a prendere il traghetto per raggiungere Schiermonnikoog, una splendida isola da scoprire in bicicletta. Niente giardini oggi – ma quante fioriture spontanee, dune di sabbia, boschi di betulle… distese di artemisia… non mancheranno i colori. Notte a Dokkum

Giorno 7: Dopo una visita guidata della bellissima città, vedremo due fantastici giardini privati. Al mattino visiteremo il giardino del vivaio De Kleine Plantage, pionieri assieme a Piet Oudolf negli anni 8o in questo nuovo modo di intendere il giardino. Nel pomeriggio invece andremo a visitare un giardino molto fotogenico. Jakobstuin è un piccolo dipinto impressionista fatto di stipa tenuissima e spighe colorate di ogni forma e colore. Opera molto recente, Jakobstuin è stato iniziato nel 2008 da Jaap de Vries, tecnico dell’illuminazione teatrale che dopo la morte della moglie e dei due fratelli decide che la vita è troppo imprevedibile per non fare ciò che si desidera nella vita. Folgorato da un libro di Piet Oudolf, inizia a creare il suo giardino, dapprima copiando esattamente gli accostamenti proposti nel libro per poi prendere coraggio e trovare il suo stile, che è unico.

Notte a Dokkum

Giorno 8: Oggi faremo un incontro simpatico e molto educativo con Nicco Kloppenborg, garden designer che ha abbellito un intero villaggio con il suo concetto di fare giardino. Ci accompagnerà a vedere molti dei giardini da lui creati, spiegandoci i concetti all base del verde pubblico e privato di una piccola realtà olandese.

Dopo la nostra visita, andremo ad Utrecht a visitare un giardino davvero speciale, sia per la sua bellezza, ma soprattutto per il fatto che è un gestito interamente da volontari. Sarà infatti uno dei volontari a guidarci in questa visita educativa.

Costo del viaggio € 1490 più € 100 di cassa comune. Il costo comprende B&B in stanza doppia in Hotel da 3 e 4 stelle, pulmino e accompagnatrice bilingue per tutta la durata del viaggio, tutte le entrate e visite guidate, il traghetto, la bicicletta a noleggio per l’Isola di Schiermonnikoog. Il supplemento per la stanza singola è di € 250. Non sono inclusi i pranzi e le cene, né il volo A/R per Amsterdam in data 14 al 21 agosto 2017. Per prenotare è sufficiente una caparra del 50%, il saldo entro il 15 luglio 2017. RITROVO in aeroporto Amsterdam ore 16.00 del 14 agosto. Il viaggio si conclude alo stesso aeroporto alle ore 18 del 21 agosto.

Dati Bancari

Intestatario: ERICA VACCARI d.o.o

Indirizzo dell’Intestatario: Kraska Ulica 2 , 6210 Sezana

Banca: Banka Koper d.d., Pristaniška ulica 14, 6502 Koper – Slovenija

Codice Bic/Swift: BAKOSI2X (se la vostra banca lo richiede, aggiungete il numero di ‘x’ necessario)

IBAN: SI56101000051453257