Piemonte magico tra Castelli, rododendri, vivai e giardini privati

Costellato di castelli e dimore affascinanti, nonché di aziende vitivinicole di altissima qualità, il Piemonte è ricco di bellezze ora delicate, ora sfacciate, che meritano di essere visitate in ogni stagione.

Un viaggio lento scoprire gli angoli meno conosciuti di questa terra magica, a spasso tra giardini, parchi, vivai, castelli e vigneti. Un viaggio primaverile per godere delle spettacolari fioriture del periodo. Iniziando dal Biellese troveremo vallette di rododendri ed azalee perfettamente fioriti, mentre scendendo verso il sud della regione godremo di magnifici roseti e peonie. Questo viaggio unisce la bellezza naturale a quella di giardini più belli ed interessanti,  alla maestria dei vivaisti d’eccellenza.

Nel viaggio andiamo a scoprire l’enogastronomia regionale e non ci facciamo mancare alcuni dei più bei castelli.

Date 15-20 maggio 2021

PROGRAMMA di MASSIMA

Giorno 1:

ore 10 Ritrovo al Parco della Burcina a Biella per visita guidata con il direttore Fabrizio Bottelli. Una passeggiata botanica nel fascinoso parco all’inglese creato dalla famiglia Piacenza, godendo dei liriodendri e ginkgo ormai dorati e lo splendido panorama circostante. Scopriremo i retroscena di questa famiglia di magnati dell’industria tessile.

Dopo pranzo, sempre con Fabrizio Bottelli andremo al Parco monumentale di Oropa, un cimitero monumentale degno di una capitale Europea, nascosto in una antica faggeta dal sapore mistico.

Notte al Bucaneve, splendido hotel all’interno dell’oasi Zegna – altra realtà superlativa del Biellese.

Giorno 2. Dopo una panoramica colazione andremo all’Oasi Zegna dove saremo catapultati all’inizio del 1900 con il racconto della visionaria opera di Ermenegildo Zegna, imprenditore illuminato che ha creato un impero della lana su questa montagna aspra e difficile, trasformando una società e la montagna stessa. Vedremo la strada panoramica fatta costruire da lui e ricoperta di rododendri spettacolari. In questa visita ci guiderà la nipote, Laura Zegna che ci aprirà anche le porte del giardino di casa disegnato dal paesaggista Pietro Porcinai. Nel pomeriggio andremo al Castello di Masino. Inizialmente adibita a fortezza per il suo ruolo difensivo, il castello era cincordato da alte mura e da possenti torri di guardia, che però scomparvero dopo il Rinascimento per far posto ai magnifici giardini. Alla fine del Settecento la tenuta perse completamente il suo valore difensivo per trasformarsi definitivamente in una dimora di campagna adibita a feste, momenti di relax e attività ludiche. Tra le bellissime sale visiteremo il Salone da Ballo, una bellissima sala finemente decorata e con grandi finestre da cui si gode della vista sul verde del grande parco del castello. E poi la Sala degli Stemmi, la Sala dei Gobelins con le magnifiche tappezzerie ed il Salone degli Dei sontuosamente decorato così come la Galleria dei Poeti. All’esterno la grande Terrazza dei Limoni e la più piccola Terrazza degli Oleandri, da cui godere di un panorama davvero incantevole, immerso nel verde e nella pace della campagna piemontese. La tenuta di Masino è circondata inoltre da un enorme parco paesaggistico all’inglese con una importante collezione di alberi monumentali che scopriremo con una visita guidata. Notte al castello di San Sebastiano a Castagneto Po.

Giorno 3. Oggi dedicheremo al giornata alla visita di tre spettacolari vivai d’eccelsa della zona. Al mattino dopo colazione andremo in visita al Vivaio Peyron con le sue rose, clematis e ortensie favolose. Un vivaio che ha segnato l’inizio di un viviamo specialistico in Piemonte. Saremo guidate in questa visita da Anna Peyron e Saskia Pellon. A seguire faremo una visita al Vivaio ‘Erbario della Gorra’ – una delle realtà più ricche ed interessanti nel panorama delle piante perenni in Italia. Bellissimo giardino espositivo. Faremo quindi visita ad un amico speciale che con la sua famiglia riproduce bellissime rose antiche e pianta da bacca – Maurizio Feletig. Dopo pranzo andremo in visita al Vivaio della Gorra. Ci sposteremo quindi nelle Langhe, dove continueremo con le cene prelibate. Notte a Grinzane Cavour Hotel Casa Pavesi

Giorno 4. Oggi staccheremo completamente l’attenzione dai giardini e andremo a godere dei panorami delle Langhe, assaggeremo i vini e i prodotti tipici, passeggeremo in natura e visiteremo la bella Alba. Andremo a La Morra per godere del panorama sulle Langhe, poi visiteremo Barolo, per finire faremo la visita guidata alla cantina Ceretto, con degustazione dei loro vini. Rientreremo per la cena gourmet e notte a Grinzane Cavour Hotel Casa Pavesi.

Giorno 5. Al mattino visiteremo il giardino della nostra amica Rosanna Castrini, grande giardiniera e fotografa di giardini a Pinerolo. Nel pomeriggio visiteremo con lei il castello di Manta d il centro storico di Saluzzo. Notte a Pinerolo all’interno dell’antico Torrione di Villa Doria, immerso nel parco del 1700 che visiteremo con piacere.

Giorno 6. Al mattino andremo in visita a Bramafam – il giardino privato di Paolo Pejrone, un luogo pieno di fascino e bellezza, nel pomeriggio faremo visita al giardino botanico di Villa Bricherasio, dove il proprietario ci condurrà in una visita guidata di questo bel giardino all’inglese. La giornata finisce alle 17 circa.

Costo del viaggio in camera doppia/matrimoniale € 1540 a persona, supplemento singola €250. Il prezzo include 5 notti con colazione nelle strutture di pregio in programma, 4 cene, tutte le visite menzionate e la degustazione di vini. Accompagnatrice Viaggi Floreali per tutta la durata del viaggio.

Per prenotare compilare il modulo qui sotto – Indicare se self Drive:

Rispondi