Somerset Classico – Roseti e cottage gardens 17-24 giugno 2020

Senza categoria

Oggi vi presento un viaggio davvero speciale, in una delle zone a me più care della vecchia Inghilterra, il Sud Ovest Britannico – ovvero Somerset, Dorset e Devon.

Un viaggio alla scoperta di una delle zone più autentiche e sorridenti della vecchia Inghilterra. Una terra poco esplorata, scrigno di bellissimi cottage gardens, dimore antiche immerse nella campagna addormentata, coste dorate e mare invitante. Vedremo dei giardini molto antichi come quelli di Cothay Manor risalente al 15° secolo, oppure Mapperton con la sua casa elisabettiana ed il sorprendente giardino all’italiana, Ma vedremo anche diversi giardini più moderni, tra cui alcuni ideati da Gertude Jekyll, alcuni dei più bei esempi di Cottage Garden, per passare anche a piccoli giardini privati, e la cost giurassica.

Giorno 1: Volo su Bristol – trasferimento a Hinton St. George dove alloggeremo al premiatissimo Lord Poulett Arms – un vero gioiello nascosto nella nobile campagna del Somerset. Qui la qualità di alloggio e pasti è ineguagliabile. In serata andremo alla scoperta della zona immediatamente circostante il nostro BB, andando a visitare uno dei più famosi Cottage Garden di questa zona. East Lambrook è il giardino della compianta Margery Fish, celebre “plantswoman” e scrittrice di giardinaggio. Il suo dono naturale per la combinazione di impianti antichi e contemporanei in modo rilassato ed informale, sono ancora visibili.

Giorno2. Oggi percorremo a piedi il paese di Barrington, una dei più bei conservation villages della zona ricco di cottageville e manieriQui visiteremo anche Barrington Court, famoso giardino curato dal National Trust. Nel pomeriggio andremo a Lytes Cary – dimora del National Trust ricca di topiaria e stanze fiorite di grande gusto ed eleganza.

Giorno 3. Oggi sconfiniamo nel Dorset dove visiteremo Mapperton House. Alcuni giardini custodiscono i loro segreti fino all’ultimo momento. Apri la porta in un vecchio muro o cammini attraverso il varco di una siepe, ed ecco che scatta la sorpresa. I segreti di Mapperton sono custoditi dalla sua topografia. Alzando lo sguardo oltre il grande prato all’entrata si vede poco più di una collina coperta di alberi, mucche e pecore. E’ solo camminando al bordo del prato che il cuore del giardino si rivela a gran sorpresa: una sequenza di topiaria, piscine e terrazze disposte su più livelli lungo la stretta vallata sottostante. Nel pomeriggio invece andremo a passeggiare lungo costa giurassica in uno dei luoghi più suggestivi di questa zona.

Giorno 4. Oggi visiteremo il piccolo villaggio di South Petherton con una amico speciale che ci racconterà i segreti di questo storico villaggio, e visitremo alcuni giardini privati.

Giorno 5: Oggi ci trasferiamo nel vicino Devon, dove faremo visita ad una cara amica e ottima garden designer nel suo cottage garden Cleave Hill nella campagna più idilliaca che si possa immaginare; nel pomeriggio andremo a visitare il giardino dei suoi genitori – Burrow Farm, un’opera che si evolve incessantemente dal 1980. In serata faremo una visita alle cantine di Brandy vicina al nostro alloggio, con degustazione.

Giorno 6 : partenza per Hauser & Wirth, galleria d’arte contemporanea con bellissimo giardino stile prateria di Piet Oudolf, Proseguiamo per Wells dove visiteremo la bellissima cattedrale, passeggeremo nella bella cittadina e visiteremo il giardino del Vescovo.

Giorno 7 La visita di oggi è dedicata ai due giardini più belli ed importanti del Somerset: Hestercombe e Cothay Manor. I giardini di Hestercombe sono un’altro trionfo di Edwin Lutyens e Gertrude Jekyll – l’uno responsabile dell’impianto architettonico, con ruscelli, piscine, gradini, pergole e aranceti, e l’altra del fiammeggiante impianto botanico risultando in una combinazione spettacolare con il vantaggio di una splendida vista sulla Taunton Vale.

Nel pomeriggio andremo alla ricerca del nascostissimo Cothay Manor. Anche se le origini del maniero si perdono nella notte dei tempi, la casa attuale è stata costruita nel 15° secolo, ma il giardino attuale risale agli ’20. Il prorietario era molto amico di Lawrence Johnston di Hidcote e di Harold Nicolson di Sissinghurst, le cui influenze sono evidenti. L’enorme giardino è infatti ben diviso da meravigliosi muri di tasso in numerose stanze in stili diversi. Cothay Manor non è solo uno dei giardini più romantici in assoluto, ma è in continua evoluzione in tutte le stagioni grazie alle molteplici fioriture.

Giorno 8: Oggi partiremo per l’aeroporto di Bristol per i voli di rientro, lungo la strada ci fermeremo al Kilver Court – una vecchia fornace con un meraviglioso giardino e ristorante… base anche di un bellisismo outlet di design inglese.

Il programma e l’ordine delle visite può variare in base alla stagione, all’interesse dei partecipanti, al clima.

VOLO DI RIFERIMENTO EASYJET VENEZIA BRISTOL

PER PRENOTARE

Lake District 2-5 maggio

Senza categoria

PROGRAMMA VIAGGIO 2-5 MAGGIO 2020

Giorno 1

Ritrovo aeroporto ore 14 di Manchester e trasferimento a Bowness on Windermere, la nostra base per i prossimi 3 giorni. Andremo subito a fare una passeggiata lungo il lago e finiremo con una cena tipica al pub più bello di Bowness.

Giorno 2

La giornata inizia sulle tracce di William Wordsworth, poeta inglese di fine ‘700 nato e vissuto qui nel Lake District e che ha immortalato nelle sue poesie la bellezza naturale della sua patria e ha celebrato il rapporto tra uomo e natura, incoraggiando l’umanità a prendersi sempre spazio e tempo per apprezzare la bellezza del mondo naturale. Da Rydal  verso Grasmere ripercorreremo le sue tappe immaginando una passeggiata insieme a lui nella contemplazione della sua campagna, che credo sia rimasta esattamente come la amava lui. Pranzo al sacco. Rientrando  ci fermeremo al bellissimo giardino di Holehird. Holehird Garden è un giardino abbastanza esteso, principalmente di acidofile, posto sul lato di una collina e gestito interamente dalla Lakeland Horticultural Society, all’interno del parco di una casa di riposo per anziani. Bellissimo il giardino di ortensie, la collezione di astilbe ormai non più fiorita, la collezione di Ericacee, le bordure di graminacee e perenni e coloratissimo il Walled garden con piante non acidofile, meno rustiche che trovano all’interno del recinto un clima più favorevole.

Finiremo la giornata al pub per cena.

Giorno 3

Stamattina  andremo a far visita ai nostri amici Dave e Diane a Windy Hall, un incredibile giardino privato sul lato della montagna. Ingegnosa coppia, Dave e Diane hanno saputo creare uno scrigno protetto dai forti venti termici, con siepi di camelia che vedremo fiorite insieme a tante altre raffinatezze. Ci spostiamo nella zona di Cartmel, famoso per la sua antica Abbazia. Grazie alla vicinanza al mare, il clima più mite è perfetto per giardini favolosi. Qui visiteremo infatti Holker Hall, casa di Lord and Lady Cavendish, che aprono al pubblico il palazzo, tuttora abitato dalla figlia Lucy col marito Tor, ed il meraviglioso giardino incastonato tra le colline, il mare ed i laghi.

Giorno 4

Dopo colazione andremo finalmente a visitare il bellissimo e famosissimo giardino dalla topiaria bizzarra Levens Hall. Levens Hall è una dimora del 1350 mantenuta in splendido stato e visitabile anche all’interno. Il giardino, le cui origini risalgono al 1690, mantengono ancora alcune delle caratteristiche originali. Ci aspettano comunque diversi ettari da esplorare con diverse tipologie di impianti.

Subito dopo pranzo partiremo per tornare a Manchester per i voli di rientro.

Costo del viaggio € 930 in stanza matrimoniale/doppia (pochissime doppie) ed € 1080 in stanza ad uso singolo. Quota contante GBP 50.

Il costo include 3 notti in B&B, 3 cene, tutte le visite ed attività menzionate sul programma, pulmino e guida Viaggi Floreali per l’intera durata del viaggio.

PER PRENOTARE COMPILARE IL MODULO:

Giardini e natura Lake District 7-11 maggio Bergamo

Senza categoria

Il Lake District, ovvero il distretto dei laghi, si trova sotto la Scozia, difronte l’Isola di Mann nell’Inghilterra occidentale. E’ tra i luoghi più amati dagli inglesi, grandi camminatori, perchè offre le vette più alte delle isole britanniche, a ben 978 metri s.l.m..

I laghi, o meres, sono di origine glaciale e offrono scorci mozzafiato. Il periodo più bello per andarci è la primavera per la fioritura delle bluebells che qui coprono letteralmente i boschi e prati attorno ai laghi. Grazie al clima mite e alla terra acida, è un paradiso per rododendri, camelie, ortensie, magnolie ed eriche.

Il nostro viaggio breve nel Lake District si svolge sulle orme di poetiche di William Wordsworth e la sorella, tra Windermere, e Grasmere, mentre i piccoli giardini privati che andiamo a visitare ci portano delicatamente a scoprire dove nasce il grande amore per questa terra, alla sua antica tradizione pastorizia risalente a 3500 anni fa, motivi che avevano spinto Beatrix Potter a voler tutelare questa tera unica acquistandone quanta più se ne potesse permettere.

Esploriamo i bei paesini, facciamo delle panoramiche passeggiate lungo lago e proviamo tutte le leccornie locali ai pub e tearooms.

Non manca la visita ai giardini della zona di Cartmel e la sua bella Abbazia.

GUARDA IL VIDEO

Giorno 1

Ritrovo aeroporto ore 14 di Manchester e trasferimento a Bowness on Windermere, la nostra base per i prossimi 3 giorni. Andremo subito a fare una passeggiata lungo il lago e finiremo con una cena tipica al pub più bello di Bowness.

Giorno 2

La giornata inizia sulle tracce di William Wordsworth, poeta inglese di fine ‘700 nato e vissuto qui nel Lake District e che ha immortalato nelle sue poesie la bellezza naturale della sua patria e ha celebrato il rapporto tra uomo e natura, incoraggiando l’umanità a prendersi sempre spazio e tempo per apprezzare la bellezza del mondo naturale. Da Rydal  verso Grasmere ripercorreremo le sue tappe immaginando una passeggiata insieme a lui nella contemplazione della sua campagna, che credo sia rimasta esattamente come la amava lui. Pranzo al sacco. Rientrando  ci fermeremo al bellissimo giardino di Holehird. Holehird Garden è un giardino abbastanza esteso, principalmente di acidofile, posto sul lato di una collina e gestito interamente dalla Lakeland Horticultural Society, all’interno del parco di una casa di riposo per anziani. Bellissimo il giardino di ortensie, la collezione di astilbe, la collezione di Ericacee, le bordure di graminacee e perenni e coloratissimo il Walled garden con piante non acidofile, meno rustiche che trovano all’interno del recinto un clima più favorevole.

Giorno 3

Ci spostiamo nella zona di Cartmel, famoso per la sua antica Abbazia. Grazie alla vicinanza al mare, il clima più mite è perfetto per giardini favolosi. Qui visiteremo infatti Holker Hall, casa di Lord and Lady Cavendish, che aprono al pubblico il palazzo, tuttora abitato dalla figlia Lucy col marito Tor, ed il meraviglioso giardino incastonato tra le colline, il mare ed i laghi.

Giorno 4

Stamattina  andremo a far visita ai nostri amici Dave e Diane a Windy Hall, un incredibile giardino privato sul lato della montagna. Ingegnosa coppia, Dave e Diane hanno saputo creare uno scrigno protetto dai forti venti termici, con siepi di camelia che vedremo fiorite insieme a tante altre raffinatezze. Nel pomeriggio andremo a passeggiare in una zona diversa del Lake District, sulle orme di Beatrix Potter e della pastorizia da lei tanto amata e tutelata.

Giorno 5

Dopo colazione avremo la mattinata libera per fare shopping. A ora di pranzo andremo finalmente a visitare il bellissimo e famosissimo giardino dalla topiaria bizzarra Levens Hall. Levens Hall è una dimora del 1350 mantenuta in splendido stato e visitabile anche all’interno. Il giardino, le cui origini risalgono al 1690, mantengono ancora alcune delle caratteristiche originali. Ci aspettano comunque diversi ettari da esplorare con diverse tipologie di impianti. Pomeriggio le serata libera a Bowness.

Ripartiremo quindi per Manchester per i voli di rientro.

Volo di riferimento Ryanair Bergamo Manchester

partenza ora 12,05 e rientro ore 19,00

Costo del viaggio € 1190 in stanza matrimoniale/doppia (pochissime doppie) ed € 1390 in stanza ad uso singolo. Quota contante GBP 50.

Il costo include 4 notti in B&B, 3 cene, tutte le visite ed attività menzionate sul programma, pulmino e guida Viaggi Floreali per l’intera durata del viaggio.

 

Scozia natura, giardini e panorami 5-12 maggio 2020

Senza categoria

Un viaggio attivo alla scoperta dei giardini di Scozia, la sua natura e la sua intricata storia di clan e clearances. Un viaggio lento ed itinerante tra isole, boschi di rododendri, highland cows, villaggi di pescatori e castelli. Tra i giardini più conosciuti vedremo Benmore botanic gardens, Crarae e Arduaine, con altri piccoli privati molto amati. Visiteremo il Castello di Inveraray, andremo in barca alle isole di Lismore, Iona e Staffa circondati da foche, delfini e magari anche una balena. Percorreremo le strade più panoramiche, visiteremo Oban, Port William, Mallaig, Inveraray alloggiando in bellissimi B&B e hotel di campagna.

1. Ritrovo a Edimburgo al mattino del 5 maggio (volo di riferimento Easyjet da Malpensa 4-12 maggio). Partiamo subito per il giardino botanico Benmore – che ospita un bosco di sequoie, una vallata Cilena ed una vallata di piante originarie del Burma. Essendo questa terra riscaldata dalla corrente del Golfo, tra la fine dell’ 800 e l’inizio del ‘900 i grandi proprietari terrieri di Argyll hanno scelto di creare dei boschi di Rododendro, Camelie, Azalee, Araucarie, Bamboo e altre piante asiatiche che in quegli anni venivano importati dall’Asia e naturalizzati in diverse zone temperate delle Isole Britanniche. Benmore è uno dei più spettacolari boschi fioriti al mondo. Nel tardo pomeriggio andiamo al B&B ad Inveraray, e dopo esserci sistemati andiamo nel bellissimo villaggio sul mare a piedi dove rimarremo a cena. Notte al B&B Brambles of Inveraray.
2. Stamattina visiteremo il bellissimo bosco giardino di Arkinglas. Pranzeremo in paese e avremo un pò di tempo per lo shopping. Nel pomeriggio andremo al bellissimo giardino di Crarae, uno spettacolare parco dai grandi alberi fioriti in questo periodo. Di proprietà del National Trust di Scozia. Ci sposteremo quindi al nostro hotel Loch Melfort.
3. Al mattino visitiamo Arduaine gardens uno dei più belli e vari giardini di Argyll – gode di una panorama incredibile sul mare e sulle drammatiche isole difronte – nel pomeriggio faremo una lunga passeggiata in zona. Notte a Loch Melfort
4. Al mattino ci imbarcheremo per andare a vedere le vicine isole, i delfini, foche e chissà se siamo fortunati anche una balena. Rientrando passeremo per il piccolo giardino nascosto di An cala per poi passare il pomeriggio in visita all’amica Maggie, giardiniera del castello di Ardmaddy, il giardino con più anima di tutto Argyll. Da qui proseguiremo per Oban. Notte a Oban The Scot Hotel
5. Al mattino faremo una passeggiata guidata alla scoperta di Oban, avremo un pò di tempo libero per shopping o altro. Dopo pranzo faremo una visita con degustazione alla Oban distillery. Proseguiremo fino Fort William. Notte a Braeburn B&B
6. Oggi percorreremo la bellissima strada costiera fino Mallaig, fermando ovunque sul percorso ci attragga, scendendo per una passeggiata al famoso viadotto di Glenfinnan (il ponte dove passa il treno di Harry Potter) e alle famose spiagge di Arisaig. Arrivati a Mallaig, dopo una esplorazione, prenderete alle 18,30 il famoso Hogwarts express (treno a vapore come visto su Harry Potter) per rientrare a Fort William (già da fine aprile il sole scende appena alle 21 per cui godrete del panorama fino alla fine). Notte a Fort William. Braeburn B&B
7. Oggi percorremo una delle più belle e note vallate della Scozia: Glencoe. Ci fermeremo per fare delle brevi passeggiate per assaporare questa terra magica in tutto il suo splendore. Ci fermeremo alle rovine del castello Kilchurn. Notte al B&B Brambles of Inveraray.
8. Al Mattino andremo a passeggio fino il bellissimo castello di Inveraray, potremo raggiungere le antiche rovine in posizione panoramica sul promontorio, prima di ripartire per Edinburgo per il volo di rientro.
Costo: 1850 euro a persona in stanza doppia con 6 cene a due portate. Supplemento singola € 300. Include tutte le entrate, tutte le attività, traghetti, treno.

PER PRENOTARE:

 

Scozia 17-20 maggio 2020 partenza Venezia

fotoracconto, Giardini inglesi, Programma di viaggio, Senza categoria

Quattro indimenticabili giorni alla scoperta dei giardini di Scozia, la sua natura e la sua intricata storia di clan e clearances. Un viaggio lento ed itinerante tra isole, boschi di rododendri, highland cows, villaggi di pescatori e castelli in occasione della fioritura delle acidofile e di bluebells. Tra i giardini più conosciuti vedremo Benmore botanic gardens, Crarae e Arduaine, con altri piccoli privati molto amati. Visiteremo il Castello di Inveraray, e le rovine di Kilchurn.

PROGRAMMA:

Volo di riferimento Easyjet Venezia Glasgow.

Giorno 1.

Ritrovo a Glasgow airport ore 12,45. Partiamo subito per il giardino botanico Benmore – che ospita un bosco di sequoie, una vallata Cilena ed una vallata del Burma – essendo questa terra riscaldata dalla corrente del golfo, a inizio 1900 i grandi proprietari terrieri di Argyll hanno scelto di creare dei boschi rododendri, camelie, azalee, araucarie, bamboo e altre piante asiatiche in voga all’epoca. Benmore è uno dei più spettacolari boschi fioriti al mondo. Nel tardo pomeriggio ci trasferiamo ad Inveraray, e dopo esserci sistemati al bellissimo B&B andiamo ad esplorare il villaggio sul mare dove rimarremo a cena. Alloggio Rhuda na Craige.

Giorno 2.

Al Mattino andremo a passeggio fino il bellissimo castello di Inveraray, potremo raggiungere le antiche rovine in posizione panoramica sul promontorio. Pranzeremo in paese e avremo un pò di tempo per lo shopping. Nel pomeriggio andremo al bellissimo giardino di Crarae altro parco dai grandi alberi fioriti in primavera – proseguiamo al nostro prossimo alloggio nella fascinosa baia di Arduaine. Alloggio Loch Melfort

Giorno 3.

Al mattino andremo a piedi a visitare il bellissmo giardino di Arduaine uno dei più belli e vari giardini di Argyll – gode di una panorama ineguagliabile sul mare e sulle drammatiche isole difronte. In tarda mattinata faremo visita all’amica Maggie, giardiniera del castello di Ardmaddy, il giardino con più anima di tutto Argyll. Rientrando passeremo per il piccolo giardino nascosto di An cala. Faremo una strada diversa per rientrare a Inveraray, passando dal castello di Kilchurn ed altri punti panoramici. Notte a Rudha na Craige.

Giorno 4

Al mattino andremo a visitare il giardino di Geilston prima di rientrare a Glasgow per il volo di rientro delle 17,30.

Costo in camera doppia € 930, supplemento singola € 130.

Il costo comprende tre notti in B&B, tre cene, tutte le entrate, le visite menzionate, pulmino per tutta la durata del soggiorno, accompagnatrice Viaggi Floreali bilingue.

PER PRENOTARE

2020 Giardini e natura della Sicilia Orientale for Judith Gowland

Senza categoria

2020 Giardini e natura della Sicilia Orientale

Day 1: arrive at Catania airport with early morning flight form Gatwick, visit the beautiful garden of Ettore Paternò, settle at beautiful Casa la Carrubbazza. After a quick picnic lunch on the terrace, we’ll head off to Acireale and pay a visit to Cav Pennisi and his wonderful hidden garden, where he organises a music festival each Summer.

Day 2: a gentle stroll on Mount Etna, to see the endemic Betula Etnensis. Lunch at the Rifugio Sapienza. Lovely afternoon at Giulia and Michele Gravina private garden with open views on the Gulf of Catania. Dinner in their home.

Giorno 3: Giuded visit in old town Catania, mercato di P.zza Carlo Alberto, guided visit of Palazzo Biscari,, light lunch with typical arancini and scacce. We’ll end our day with a visit to one of the best places in Catania, a private home with hanging garden over the amphitheater.

Giorno 4: We set off to the Noto area, stopping at il Biviere garden – home of Princess Miki Borghese. Wonderful, poetic garden and organic orange farm. We will visit the garden and the farm, tasting their produce. Lunch in lovely nearby village. Afternoon guided visit of Noto.

Giorno 5: Wonderful gentle walk in the natural reserve of Vendicari, with a local botanic guide. Lunch at local agriturismo Free afternoon in Noto.

Giorno 6: guided visit in Ragusa Ibla, a gentle stroll in La cava D’Ispica with botanic expert lunchbox. Free visit in Scicli – one of the most authentic and best preserved Baroque gems of Sicily. In he evening we’ll move on to Ragusa province.

Giorno 7: Morning stroll on the beach towards the abandoned Fornace (you might have seen it on Montalbano), Afteroon visit in Modica Alta with lunch in typical osteria. Private guided visit at Villa Spaccaforno with the owners Cav. Franzo Bruno Statella.

Day 8 We’ll set off to visit Giardini di San Giuliano – the best garden of the whole Sicily. We’ll then drive to the airport for your return flights.

COST CALCULATED ON MINUMUM 6, MAXIMUM 8 GUESTS.

1590 twin room;  € 210 single supplement.

The cost includes

7 nights B&B, all lunches and 1 glass of house wine per person per lunch, 1 dinner. ALL GUIDED VISITS, bilingual tour manager.

COST CALCULATED ON MINUMUM 12, MAXIMUM 16 GUESTS.

1390 twin room;  € 210 single supplement.

The cost includes

7 nights B&B, all lunches and 1 glass of house wine per person per lunch, 1 dinner. ALL GUIDED VISITS, bilingual tour manager.

18-25 APRIL

POSSIBLE FLIGHTS:

16 MAY EASYJET GATWICK11,45

23 MAY EASYJET 16,30 TOTAL COST TODAY GBP 150 WITH CHECKED IN BAG

16-23 MAY

POSSIBLE FLIGHTS:

16 MAY EASYJET GATWICK 11,45

23 MAY EASYJET 16,30 TOTAL COST TODAY GBP 110 WITH CHECKED IN BAG


20-23 settembre Giardini, natura ed enogastronomia di Sicilia

Senza categoria

Il Viaggio nella Sicilia Orientale proposto quest’anno è stato il più gradito in assoluto nella storia di Viaggi Floreali.

Questo ci ha fatto en enorme piacere per l’amore che nutriamo per il Nostro paese e soprattuto per l’affetto che sentiamo per i nuovi amici Siciliani.

Così abbiamo pensato di proporvi una data settembrina di questo splendido viaggio, leggermente alterato, perchè sapete che ci piace sempre offrire delle novità.

Se vi fa piacere sapere qualcosa in più su questi luoghi, vi invito a leggere il racconto a questa pagina.

Ecco quindi il programma dettagliato del viaggio in questione:

20 settembre 2019 Ritrovo in aeroporto di Catania alle ore 9.

Partenza per visitare il bellissimo giardino di Ettore Paternò, appassionato vivaista e paesaggista di Catania che influenzò e guidò il movimento ‘giardinifero’ Siculo nel secolo scorso. Oggi curato dalla gentilissima Barbara Notarbartolo, nuora del compianto Paternò, il giardino di palme e succulente sta riprendendo l’originario splendore.

Da qui proseguiremo per il nostro alloggio, La Carrubbazza, una masseria del ‘700 sempre rimasta nelle mani dell’antica famiglia Battiati, ed una delle più belle dimore di Catania.

Dopo un leggero snack sulla terrazza panoramica, andremo a passeggiare nella bellissima Acireale, faremo visita alla famiglia del Cav. Pennisi nel loro giardino centenario che ospita le phoenix reclinata più belle di tutta Italia oltre ad essere in generale uno luogo di grande raffinatezza e accogliente bellezza.

Finiremo al giornata con una cena nelle bella Acireale.

21 settembre

Stamattina andremo a visitare la bellissima città di Catania, Il centro storico è un monumento barocco, con qualche ricordo Saraceno. Anche nella sua decandenza, è viva, pulsante, piena di gioventù, multietnica, pacifica, allegra, e piena di gioielli ben nascosti come in uno scrigno. 

Visiteremo un antico palazzo, passeggeremo nella zona del famoso mercato, assaggeremo le prelibatezze locali e finiremo con una visita al Giardino Botanico.

Nel pomeriggio ci arrampicheremo (con il pulmino) fino a Valverde in località Paradiso, dove le amiche Giulia con la figlia e la nuora ci hanno organizzato una scuola di cucina.

Nei quattro viaggi primaverili abbiamo avuto la fortuna di essere inviati a cena a casa di Giulia G., al termine della visita del giardino al tramonto .. e immancabilmente, tutti siamo rimasti affascinati dalla bellezza del luogo e strabiliati dalla bontà dei piatti assaggiati, tanto che in ogni gruppo più di qualcuno espresse il desiderio di poter imparare a fare queste splendide ricette e prolungare così la nostra permanenza in questa cornice così idilliaca! Quale felicità poter realizzare anche questo desiderio grazie all’entusiasmo e bravura di queste splendide padrone di casa. Finiremo quindi la giornata con la cena in famiglia.

22 settembre

Oggi andremo ad esplorare la bellissima Taormina. Entrando da Porta Nord passeggeremo lungo il corso, alla scoperta delle meraviglie di questa cittadina antichissima che ha stregato ogni civiltà. Vedremo il teatro antico ed il suo panorama, palazzo Corvaja, Piazza Duomo, fino alla Villa Comunale con il bellissimo giardino della Lady scozzese in fuga dall’amante Edoardo VII erede al trono. Finiremo la vista di Taormina all’Isola bella. Portate il costume!

Rientrando ci fermeremo al giardino della fondazione Radicepura, grande esempio di ri-educazione al verde per l’Isola siciliana.

23 settembre

Oggi partiremo presto per andare a sud, dove, dopo un’ora di macchina saremo catapultati in una realtà del tutto diversa, all’interno del magnifico parco di Vendicari. Passeggeremo fino alla spiaggia di Calamosche prima di andare alla famosa tonnara. A pranzo andremo alla bellissima Marzamemi prima di fare una passeggiata nella bellissima città barocca di Noto.

Finiremo la giornata ed il viaggio con una visita al magico giardino del Biviere.

Costo del viaggio 940 euro in stanza doppia, €90 supplemento stanza singola. Sono inclusi 3 notti in BB alla Carrubbazza, tutte le visite ed attività menzionate, 3 cene e 3 pranzi, il pulmino, l’accompagnatrice Viaggi Floreali.

Il prezzo NON comprende: bevande alcoliche a cena del 1 e 3 giorno, bevande alcoliche a pranzo, volo A/R per Catania, assicurazione di cancellazione.

Pre prenotare, compilare il modulo qui di seguito:

Il video del primo Viaggio Floreale del 2019

Non serve una licenza per passeggiare

fotoracconto, Senza categoria

Questi ultimi mesi sono stati caratterizzati da molte novità, nuovi incontri e nuove sfide.

Ciò che mi piace della mia vita e del mio ‘lavoro’ è che sono costantemente a confronto con me stessa, con i miei limiti, con persone che mi ispirano, sia per la loro bellezza che per la loro bruttezza. Cerco di utilizzare soprattutto le criticità e i miei errori per crescere e per migliorare. Dico sempre che mi piacerebbe poter comprendere e crescere senza fare certi errori, mi piacerebbe essere così saggia da poter intuire in anticipo – ma ad un certo punto, con 45 anni di vita alle spalle e un certo numero di errori grandi – comprendo ed accetto che la mia modalità è questa: se non ci sbatto il naso non imparo.

Un paio di cose mi sono rimaste ben impresse dai miei studi per il master in TESOL (teaching English to Speakers od Other Languages) a Londra:

  1. Ognuno è dotato di un suo metodo cognitivo – e impara solo in quel modo. Io sono una kinestesica – imparo solo facendo.
  2. Per imparare una nuova materia ci deve essere una forte Motivazione e l’allievo deve poter essere Autonomo.

Vi chiederete perché vi sto raccontando queste cose. Me lo chiedo pure io.. ma vediamo dove va a finire questo racconto…

Mi sento in cammino ormai da molti anni, sento la chiamata verso qualcosa che non ho ancora compreso chiaramente, sento il desiderio di avere uno o più mentori su questo mio cammino, sento spesso il peso sulle mie spalle di questo cammino in solitaria, mi dico che vorrei affidarmi a qualcuno…. e poi mi tornano in mente questi principi su cui ho fondato la mia ‘rinascita’ dopo la malattia del 2005-2009.

Nel 2008 sono andata ad ascoltare il Dalai Lama a Milano per 3 giorni. E’ stata un’esperienza stranissima. A livello intellettuale non ho compreso tutto quello che diceva, certi concetti erano molto distanti dalla mia comprensione, ma ciononostante ero permeata (e son certa anche tutte le altre migliaia di persone presenti) da un fortissimo senso di compassione, dolcezza, pazienza, e allegria.

Oltre a questa bellissima sensazione di essere avvolta in una soffice coperta amorevole, l’insegnamento che più mi ha colpito riguarda nuovamente il sistema cognitivo. Questa volta riguardava la verità e la religione. Il Dalai Lama spiegò che esistono molte filosofie e religioni perché al mondo e nelle varie epoche ci sono stati uomini illuminati che avevano diversi sistemi cognitivi. Più o meno tutte le religioni e le filosofie aspirano alla felicità, la pace, l’amore. Ma avendo sistemi cognitivi diversi, gli esseri umani arrivano alla stessa comprensione usando canali diversi. Il Dalai Lama scoraggiava tutti noi occidentali a cambiare religione a meno che non trovassimo in una religione diversa dalla nostra il modello adatto al nostro sistema cognitivo, o in parole più semplici – ben venga avvicinarsi ad una religione diversa dalla tua se il metodo che ti propone ti aiuta a diventare più paziente, compassionevole, amorevole. Ci invitò a mettere sempre tutto in discussione e non accettare nulla come legge. La religione, la filosofia vanno messe in pratica ed i risultati osservati.

E così negli anni mi sembra di aver compreso che tutti abbiamo qualcosa da dare e da prendere in tutti gli incontri. Ogni persona che incontro può essere mio mentore anche solo per un giorno, a sua insaputa, a suo o mio malgrado. Sta a me riconoscere il valore dell’incontro e lasciare fiduciosamente che le cose accadano…. Lo capirò dopo il messaggio, l’insegnamento. Forse per chi mi legge tutto questo è banale.. per me non lo è stato. L’ego mi ha spesso portata a dare troppa importanza a certe persone il cui esempio non aveva nulla di arricchente per la mia vita, o di ignorare invece altre la cui influenza sarebbe stata molto più positiva e costruttiva.

Così.. insomma.. una riflessione di mezza estate – con le cicale che friniscono e la brezza che mi accarezza i capelli all’ombra della chiesa dei santi Pietro e Paolo di Tomaj.

Ma il titolo di questo articolo è: ‘Non serve una licenza per passeggiare’. Tornando quindi con i piedi in terra, vi racconto di questa riflessione che ho fatto quest’anno durante i viaggi.

Lo sapete che per il 90% i Viaggi Floreali sono frequentati da donne, alle volte sono amiche che viaggiano insieme, altre sono madre e figlia, ma nella stragrande maggioranza dei casi sono donne che viaggiano da sole. Da sole perché il marito non ama l’andar lento tra fiori e giardini, da sole perché non hanno più un marito, da sole perché si vogliono regalare uno spazio personale per stare nella bellezza, da sole perchè era da una vita che sognavano di fare un’esperienza del genere ma non hanno nessuno con cui condividere e l’idea del piccolo gruppo condotto da donne le rassicura.

Ecco questo ultimo punto mi ha tanto scaldato il cuore. Quest’anno in particolare ho deciso di introdurre molte più passeggiate in natura nei viaggi, perché è forse il momento più autentico del viaggio, il momento più avventuroso, dove si lega di più e dove tutte si sentono più coraggiose… insieme.

Per qualche strano motivo si pensa sempre che per poter andare a fare una camminata nei boschi bisogna esser guidati, e si pensa solitamente alla guida escursionistica, al gruppo di sfegatati trekker che trasforma una qualsiasi gita in una corsa ad ostacoli.

Ma non deve necessariamente essere così.

Sarà che sono cresciuta nei boschi, da bambina abitavamo sul carso triestino, in una zona di nuovissima urbanizzazione, proprio al margine del bosco che si apriva sulla landa carsica. I pomeriggi si passavano così, a giocare nel bosco, a inventare giochi con cortecce, sassi, terra, piante. E le domeniche con le cugine, zie e zii si andava a scampagnare in Slovenia. Gamberi di fiume, nocciole, asparagi, funghi, stropacui (frutto del corniolo), frittelle di sambuco e di acacia.. Nessuno guidava nessuno – si andava e basta. Ognuno aveva la libertà di poter fare esperienza della natura, del bosco, delle piante, il loro profumo, le loro caratteristiche, per quanto spiacevoli potessero anche risultare (la bardana nei capelli, il tarassaco che macchia, il dittamo che ti fa venire le bolle, l’ortica urticante, le more spinose).

https://youtu.be/lbww5C1ApzE
Il video racconto di questo splendido viaggio in Cornovaglia

E così poi è rimasto anche nella mia vita da grande. La sicurezza di sentirmi sempre esploratrice. Sempre a mio agio negli elementi naturali. La libertà di andare in un bosco che non conosco. L’entusiasmo di mettermi alla prova e venirne a capo.

Ecco, mi piacerebbe che nei miei viaggi ci fosse sempre questo spazio di spontaneità, di ‘controllata’ improvvisazione (con la dovuta documentazione a priori).

E quindi continuerò a sperimentare passeggiate semplici e sicure in luoghi spettacolari e di condividerli con chi a me si affida, nella lentezza che caratterizza noi donne di fiori.

Vi abbraccio forte e vi auguro un bellissimo weekend

Erica