17-20 settembre un viaggio dolce, tra le piante delle nonne.

Anche quest’anno si ripete l’appuntamento di fine estate alla scoperta delle fioriture settembrine dei meravigliosi giardini del Sud Est Britannico.

Un viaggio lento, con poche persone, tra paesini deliziosi e giardini caratterizzati da fioriture copiosissime. Alloggiando ad Elvey Farm, una fattoria tradizionale del 1600 finemente ristrutturata gestita da una deliziosa famiglia italiana, saremo accolti da gran calore e ospitalità. Da qui ogni giorno ci sposteremo di pochi chilometri per visitare le numerose eccellenze della zona. Finiremo le giornate con deliziose cene al bel pub del paese.

Un viaggio di fine estate all scoperta delle copiose fioriture di Dalie, Salvie, Helenium, Rose, Sanguisorbe, Graminacee, Persicarie, Astri, Rudbeckie ed il fogliame interessante di giardini del calibro di Great Dixter il cui padre creatore Christopher Lloyd fu uno dei più grandi sostenitori del Foliage Gardening. Non potranno mancare Great Comp e la sua vastissima collezione di salvie, il ‘piccolo’ Merriments, un vivaio specializzato in perenni con giardino espositivo superlativo per quantità di piante, qualità e armonia di impianto (opera di un capo giardiniere donna); Vedremo la perfezione chiamata Dalia a Pashley Manor e la famosa casa Castello di Vita Sackville West – Sissinghurst.

Rimane ancora qualche posto libero – vi aspetto!

17 al 20 settembre

17 settembre
Ore 11.20 ritrovo aeroporto Londra Stasted e partenza per Kent in pulmino privato

Ore 13 Visita al giardino di Nymans, meraviglioso parco con bellissimi lavori di topiaria, bordure miste dai mille colori, ed giardino formale attorno alle rovine della vecchia chiesa.

Ore 17.30 sistemazione al favoloso Elvey Farm, la fattoria del 1600 gestita dalla nostra amica Italiana Mariantonietta e la sua accogliente famiglia, dove alloggeremo per le tre notti.

18 settembre

ore 10 visita al giardino privato di Hole Park, con le sue stanze ed il suo bosco ricco di varietà botaniche d’eccellenza.
Ore 14.30 visita al Castello di Sissinghurst – il giardino creato da Vita Sackville West, nota giardiniera e scrittrice, che ha profondamente influenzato il modo di fare giardini nel 20° secolo. Famoso per la divisione in stanze e per la stanza bianca!

ore 18.00 rientro al BB e cena

19 settembre

ore 10 Visita a Pashley Manor, un bellissimo giardino con ampie collezioni di dalie e spettacolari sculture.
ore 14.30 Visita a Great Dixter – opera del famoso scrittore e giardiniere Christopher Lloyd – perfetto Cottage garden pieno di colori e libertà.

20 settembre

ore 10 visita al giardino espositivo del vivaio d’eccellenza Merriments con le sue mille combinazioni interessanti.
ore 11.30 partenza per Great Comp, bellissimo giardino con la più grande collezione di salvie, astri e dalie.

ore 15.30 partenza per aeroporto di Stansted.

Costo € 950 in stanza doppia, € 1100 in stanza singola. Cassa comune GBP 25

Il costo comprende sistemazione in BB in stanza con bagno privato, colazione e cena, entrate ai giardini, il pulmino, l’accompagnatrice bilingue.

DATI BANCARI PER BONIFICO
Intestatario: ERICA VACCARI d.o.o
Indirizzo dell’Intestatario: Kraska Ulica 2 , 6210 Sezana
Banca: Banka Koper d.d., Pristaniška ulica 14, 6502 Koper – Slovenija
Codice Bic/Swift: BAKOSI2X (se la vostra banca lo richiede, aggiungete il numero di ‘x’ necessario)
IBAN: SI56101000051453257

Il saldo da effettuare entro 4 settimane dalla partenza. La cassa comune di 25 sterline è da consegnare in contanti il primo giorno di viaggio.

Kent, Sussex e i colori di fine estate

Un viaggio di fine estate all scoperta delle copiose fioriture di Dalie, Salvie, Helenium, Rose, Sanguisorbe, Graminacee, Persicarie, Astri, Rudbeckie ed il fogliame interessante di giardini del calibro di Great Dixter il cui padre creatore Christopher Lloyd fu uno dei più grandi sostenitori del Foliage Gardening. Non potranno mancare Great Comp e la sua vastissima collezione di salvie, il ‘piccolo’ Merriments, un vivaio specializzato in perenni con giardino espositivo superlativo per quantità di piante, qualità e armonia di impianto (opera di un capo giardiniere donna); Vedremo la perfezione chiamata Dalia a Pashley Manor e la famosa casa Castello di Vita Sackville West – Sissinghurst.

23-26 settembre

23 settembre
Ore 11.20 ritrovo aeroporto Londra Stasted e partenza per Kent in pulmino privato

Ore 13 Visita al giardino di Nymans, meraviglioso parco con bellissimi lavori di topiaria, bordure miste dai mille colori, ed giardino formale attorno alle rovine della vecchia chiesa.

Ore 17.30 sistemazione al favoloso Elvey Farm, la fattoria del 1600 gestita dalla nostra amica Italiana Mariantonietta e la sua accogliente famiglia, dove alloggeremo per le tre notti.

23 settembre

ore 10 visita al giardino privato di Hole Park, con le sue stanze ed il suo bosco ricco di varietà botaniche d’eccellenza.
Ore 14.30 visita al Castello di Sissinghurst – il giardino creato da Vita Sackville West, nota giardiniera e scrittrice, che ha profondamente influenzato il modo di fare giardini nel 20° secolo. Famoso per la divisione in stanze e per la stanza bianca!

ore 18.00 rientro al BB e cena

25 settembre

ore 10 Visita a Pashley Manor, un bellissimo giardino con ampie collezioni di dalie e spettacolari sculture.
ore 14.30 Visita a Great Dixter – opera del famoso scrittore e giardiniere Christopher Lloyd – perfetto Cottage garden pieno di colori e libertà.

26 settembre

ore 10 visita al giardino espositivo del vivaio d’eccellenza Merriments con le sue mille combinazioni interessanti.
ore 11.30 partenza per Great Comp, bellissimo giardino con la più grande collezione di salvie, astri e dalie.

ore 15.30 partenza per aeroporto di Stansted.

Costo € 950 in stanza doppia, € 1100 in stanza singola. Cassa comune GBP 25

Il costo comprende sistemazione in BB in stanza con bagno privato, colazione e cena, entrate ai giardini, il pulmino, l’accompagnatrice bilingue.

DATI BANCARI PER BONIFICO
Intestatario: ERICA VACCARI d.o.o
Indirizzo dell’Intestatario: Kraska Ulica 2 , 6210 Sezana
Banca: Banka Koper d.d., Pristaniška ulica 14, 6502 Koper – Slovenija
Codice Bic/Swift: BAKOSI2X (se la vostra banca lo richiede, aggiungete il numero di ‘x’ necessario)
IBAN: SI56101000051453257

Il saldo da effettuare entro 4 settimane dalla partenza. La cassa comune di 25 sterline è da consegnare in contanti il primo giorno di viaggio.

Londra tra mercatini e giardini, un viaggio romantico in una Londra sconosciuta 27-30 Novembre 2014

Hyde Park

Carissimi amici,

sentendomi in astinenza di British Delights (delizie britanniche) e impaziente di ricominciare la stagione dei Viaggi Floreali a primavera, ho cucito un viaggio autunnale a Londra tra Giardini e Mercatini.

Londra è bella sempre, ma a fine autunno offre un’ atmosfera a lei congeniale, con i colori caldi dei suoi parchi e piccoli giardini nascosti, le giornate corte che invitano a rifugiarsi in qualche bel caffè lungo i canali dopo averne percorso qualcuno in barca, i meravigliosi mercatini che al fine settimana offrono una perfetta opportunità per fare dei regali di Natale originali ed unici.

Il weekend lungo che vi propongo rimane in linea con lo spirito di Viaggi Floreali, quindi gruppo piccolo, sistemazione in piccoli B&B di qualità, in realtà sono case private di altissima qualità che offrono saltuariamente le loro stanze. I percorsi che faremo rimangono leggermente periferici alla Londra solitamente visitata, proprio per scoprire i lati più nascosti, meno conosciuti e molto più intimi. Certo non può mancare l’approccio a Londra dall’acqua e ci sposteremo quanto più possibile sul Tamigi e sui canali.

House of Parliament

Sistemazione in 4 diversi meravigliosi B&B di gran qualità, privatissimi, nella zona di Parsons Green.
Venerdi 28 in barca sul Tamigi andiamo al gustosissimo Borough Market – il migliore mercato alimentare di Londra, dove inizieremo subito a sfatare il mito che a Londra si mangia male.

St-Dunstans-In-The-East

A ora di pranzo andremo al giardino di Inner Temple, per poi proseguire attraverso la City, fino al romanticissimo St. Dunstan’s in the East – un giardino creato sulle rovine di una chiesa medievale bombardata durante la guerra. Il sole tramonterà alle 16 circa, e noi ci avvicineremo alla parte più mondana della città per godere delle luci natalizie. Ceneremo in un ottimo locale.

I parchi di Londra
Sabato 29 Al mattino faremo una visita molto inusuale romantica al Brompton Cemetery, uno dei 7 luoghi magici di Londra, per poi proseguire fino al Chelsea Physic Garden, il più antico giardino botanico di Londra, risalente al 1673, dove ci sarà anche il mercatino natalizio.

Nel pomeriggio, su un tipico long boat risaliremo Regent’s Canal da Little Venice costeggiando Regent’s park e vedendo un Londra romantica ed inusuale. Proseguiremo il pomeriggio scendendo attraverso i i parchi reali. La sera andremo invece a vivere l’atmosfera natalizia a Kew Gardens, specialmente illuminati da favola per le festività.

DSCF5077
Domenica 30, al mattina andremo al meraviglioso Columbia Road Flower market, per poi visitare il Geffrye Museum, dedicato agli stili di arredamento delle case inglesi nella storia.

Il costo dei 4 giorni/3 notti in B&B, incluso di tutti trasporti locali, entrate ed accompagnatrice bilingue italiano/inglese è di euro 520 a persona in camera doppia, con supplemento 100 euro per la singola. Il numero massimo di partecipanti è 14.

Per iscrizioni scrivere a ericavaccari@viaggifloreali.com.

Questo preventivo è valido per prenotazioni entro il 15 ottobre. E’ necessario un bonifico del 50% per prenotare il posto.

Columbia rd Flower Market Mercatino di Columbia Rd. chelsea-physic621-correction   Autunno a Londra

Nuova data per il Viaggio nelle Cotswolds: dal 27 luglio al 3 agosto 2014

A grande richiesta, abbiamo deciso di aprire una nuova data per il Viaggio nelle Cotswolds, in partenza il 27 luglio 2014, fino al 3 agosto.

Tra i più importanti visiteremo Hidcote Manor, opera visionaria di un dilettante Laurence Johnston iniziata nel 1907 e poi divenuta il più bell’esempio di Arts and Crafts garden della zona; Kiftsgate Court, da cui origina la rosa Kiftsgate, Blenheim Palace, grande opera di Capability Brown creato all’inizio del ‘700; Rousham Place – primo giardino inglese ad utilizzare l’effetto A-HA su progetto dei primi del ‘700 del paesaggista William Kent e uno dei più bei giardini al mondo secondo Monty Don, autore de ‘Il giro del mondo in 80 giardini’. Tra i meno conosciuti invece vi inviterò a visitare il romantico e nascostissimo giardino di Uptonwold, con la sua serra di peschi, la vasca panoramica ed i sottili giochi d’acqua, oppure il giardino segreto di Harold Peto, Iford Manor, un giardino all’Italiana molto British, ricco di sorprese.

Hidcote Manor
Hidcote Manor

Alloggiando nel cuore delle Cotswolds, dopo una deliziosa e nutriente English Breakfast, ogni giorno partiremo dal B&B per visitare una varietà di giardini famosi e meno conosciuti. Oltre a visitare giardini,  andremo alla scoperta dei villaggi dalla caratteristica bellezza, dove saremo liberi di esplorare i mercati locali, chiese, atelier di artisti locali, i musei e, perchè no, i Pub storici. La sera potremo gustare le infinite proposte culinarie della zona, scegliendo tra Pub e ristoranti di provata qualità.

PROGRAMMA Giorno 1: Ritrovo a Heathrow alle 17. Trasferimento al B&B nei Cotswolds con pulmino, circa 2 ore di viaggio. Cena al Pub

Uno dei merivigliosi paesini dei Cotswolds
Uno dei merivigliosi paesini dei Cotswolds

Giorno 2: Stamattina faremo due passi per Broadway assieme a Margaret, che ci racconterà un po’ di storia, cultura e indiscrezioni sul villaggio e sulle Cotswolds per portarci subito a comprendere questo angolo di paradiso. In tarda mattinata andremo invece a vedere il nostro primo giardino, già vincitore del Christie’s Garden of the Year award ‘Bourton House Gardens’, dove potremo gustare anche un light lunch. Nel pomeriggio saremo catapultati in una realtà del tutto diversa visitando Sezincote, un giardino paesaggistico dal sapore orientale, con il suo palazzo Rajastani. Ritorno al B&B. Cena al pub.

Bourton House
Sezincote
Sezincote
SEZINCOTE
SEZINCOTE

Giorno 3: Oggi continueremo il nostro viaggio a piedi nella storia delle Cotswolds. Margaret ci accompagnerà in una facile passeggiata in campagna attraverso villaggi in pietra e antiche abbazie, per poi finire con un bel pranzo al pub. Nel pomeriggio visiteremo altri giardini in zona.

The Courts
The Courts
Iford Manor
Iford Manor
Iford Manor, una villa Italiana nei Cotswolds
Iford Manor, una villa Italiana nei Cotswolds

Giorno 4: In vero stile British, oggi ci dirigeremo nell’Oxfordshire alla scoperta di Rousham Park, uno dei più importanti e meno conosciuti giardini paesaggistici d’Inghilterra. Qui, la nostra amica Sonia ci accompagnerà attraverso la storia del giardino paesaggistico dai suoi esordi, seguendo il percorso consigliato da William Kent stesso, che progetto questo giardino e la sua casa. Termineremo la nostra visita con un “dejeuner sur l’herbe”. Nel tardo pomeriggio andremo invece a visitare un giardino privato e molto nascosto, Uptonwold.

Rousham Park
Rousham Park
Rousham
Rousham

Giorno 5: Oggi partiremo presto in direzione di Oxford, dove la nostra guida Anna, ci porterà a scoprire la città e la sua storia, visitando gli affascinanti edifici dei college nonché la meravigliosa biblioteca. Cena in pub storico del 1400.

Blenheim Palace
Blenheim Palace
Topiaria spiritosa a Blenheim
Topiaria spiritosa a Blenheim
il giardino acquatico a Blenheim
il giardino acquatico a Blenheim

Giorno 6: Oggi partiremo presto per raggiungere un giardino davvero speciale, che merita lo spostamento più lungo della nostra vacanza. John Cartwright-Hignett ci guiderà personalmente alla scoperta della sua Iford Manor, il giardino segreto di Harold Peto. A pranzo ci sposteremo a Castlecombe – notoriamente il villaggio più bello delle Cotswolds, dove Anna ci farà un pranzetto leggero nella sua romanticissima Tea Room. Nel pomeriggio invece andremo a sbirciare il famoso giardino Rosemary Vary Barnsley House, oggi hotel di lusso, per poi andare a trovare sua figlia nel suo giardino olistico non lontano. Davina ci racconterà la sua storia passeggiando tra le erbe mediche del suo giardino.The Healing Garden. Rientrando, passeremo per Bibury, altro villaggio da cartolina. Ritorno al B&B. Cena al Pub.

Uptonwold
Uptonwold
Biblioteca botanica a Uptonwold
Biblioteca botanica a Uptonwold

Giorno 7: nella nostra ultima giornata di viaggio visiteremo i due gioielli delle Cotswolds. Al mattino andremo a Hidcote Manor, pranzeremo nell’affascinante villaggio mercato di Chipping Campden, per poi visitare nel pomeriggio il giardino di Kiftsgate. Ritorno al B&B. Cena al pub

Kiftsgate Court
Kiftsgate Court
Kiftsgate Court
Kiftsgate Court
Hidcote Red Garden
Hidcote Red Garden

Giorno 8: colazione e partenza per Heathrow.

L’ordine delle giornate potrà essere modificato in base al clima e, limitatamente, anche alle preferenze dei partecipanti. Questa proposta sara’ confermata al raggiungimento minimo di 6 iscritti. COSTO A PERSONA: € 1650 in stanza doppia. Il costo include: Minivan climatizzato con autista dall’aeroporto e per tutta la settimana, 7 pernottamenti in B&B, 4 cene, un picnic, entrata e visite guidate a tutte le attività in programma, parcheggi, carburante e accompagnatrice bilingue. Sono esclusi i pranzi e le bevande a cena. il volo, l’assicurazione di viaggio e tutto ciò non espressamente specificato sopra.

Abbiamo scelto di far partire il viaggio da London Heathrow alle 17.00, per permettere ad ognuno di partire comodamente dalla propria città. Il costo del volo è di circa 275 euro dai principali aeroporti Italiani. Tra le compagnie che operano i voli su Heathrow, ricordiamo Lufthansa, KLM, Alitalia e British Airways. Per partecipare al viaggio è sufficiente una caparra del 50%, il saldo viene fatto 4 settimane prima della partenza.

DONNE DI FIORI – UN VIAGGIO FLOREALE NEL SUD OVEST BRITANNICO PARTE 2

28 LUNEDì

Che sorpresa ci attende a Truro. Oltre alla piacevole atmosfera cittadina con la sua antica cattedrale, i negozi carini e molta gente in giro (le scuole sono chiuse in vista della festa di Halloween!), abbiamo un appuntamento a Bosvigo House dove la signora Wendy ci aspetta per illustrarci le modalità di accesso alla sua casa e al giardino. Arriviamo davanti all’antica dimora attraversando un classico vialetto di ghiaia con siepi. Un po’ di tristezza quando un cartello esposto all’ingresso informa i visitatori che il giardino è dedicato alla figlia della proprietaria, morta nello tsunami del 2004, ma va bene così, è giusto ricordare ed esprimere il proprio dolore per andare avanti. Infatti mi colpisce molto la simpatia e l’energia della proprietaria: la signora Wendy che vive da sola in questa immensa casa vecchia di secoli, condividendola con un fantasma che abita in una stanza al primo piano dove lei non mette piede: una convivenza naturale e pacifica! In questa casa si può godere, su richiesta, di una visita guidata, impreziosita di racconti e curiosità come il motivo dell’ampiezza di scale e passaggi: le donne che qui hanno abitato nei secoli passati, indossavano le ampie gonne con sottogonna di crinolina per cui esisteva addirittura un apposito vano-armadio nel muro, e quindi porte e scale dovevano permetterne il passaggio.

Bosvigo sala pranzo
Bosvigo sala pranzo

Passiamo un bel po’ di tempo in cucina sorseggiando caffè, per mettere a punto un eventuale incontro con i gruppi: la lady è molto presa dal menù da proporre, e per almeno 10 volte l’ascoltiamo cambiare idea a riguardo…. Ma quel anche conta qui, è la cornice in cui il menù in questione verrà proposto: una magnifica sala con pavimenti di pietra originali, una splendida cucina economica in ghisa di fine 800 e arredi d’epoca rustici ed accoglienti.

L’intraprendente signora si è inventata un bellissimo modo per non stare sola!!!

Anche il giardino presenta scorci piacevoli, anche se è chiaro che la stagione non è quella giusta. Si intuiscono le grandi fioriture primaverili di rododendri, azalee e camelie, le aiuole con le perenni estive, i grandi e antichi alberi sono invece in piena forma, cominciano appena a perdere le foglie. Di particolare notiamo una collezione di Helleborus che però in questo periodo si presenta come una disordinata distesa di ciuffi verdi. E mentre le campane della Cattedrale di Truro suonano il mezzogiorno, lasciamo la dolce lady con la sua micetta Queenie nella loro very british dimora.

Wendy a Bosvigo
Wendy a Bosvigo

Prossima tappa: OCEANO!!!

Eh sì oggi è il gran giorno in cui per la prima volta incontro l’Oceano Atlantico. Per questo appuntamento scegliamo Portreath che si trova all’inizio di una splendida strada che offre scorci splendidi di pascoli e mare, di verdi e di blu…

Portreath è dotata di spiaggia sabbiosa, scogliera, vento fortissimo e una Public House di sapore e nome marinaro, il Waterfront Inn con ampie vetrate vista oceano e arredo white, che si rivelerà presenza salvifica quando l’improvviso acquazzone cornish ci farà correre via dalla spiaggia. Ma cominciamo dall’inizio. Parcheggiamo nella baia, siamo accolte da un vento..direi notevole anche per noi che al vento siamo avvezze, e che ci costringe a stratificare giacche, giacconi, guanti, sciarpe, berretti…mentre un gruppetto di ragazzi indigeni palleggiano nel campo di calcio in calzoncini corti e t-shirt!!!! E a questo punto del viaggio che prendiamo consapevolezza della curiosa “termicità” del popolo cornish! Ma ne parleremo tra poco e anche più in là.

cuore d'alga
cuore d’alga

Con il nostro look multistrato affrontiamo la scalinata che protegge con il suo alto muro la spiaggia, ed ecco che Mr Oceano ci si presenta davanti smagliante con le sue onde, il suo risucchio, il suo fragore… Onde altissime che creano un ampissimo bagnasciuga dove due cuccioli cornish in maniche corte (of course) giocano ad entrare nel mare e a scappare all’arrivo della lunghissima onda: ecco che nasce questa bellissima immagine sulla relatività.IMG_3105
Prese da gommose alghe, lucide pietre e frastornate dal rumore del grande oceano che schiaffeggia le alte scogliere che orlano la spiaggia, veniamo sorprese dal sopra menzionato acquazzone, tipicamente cornish ovvero orizzontale, che ci costringe ad una rapida ritirata nel Waterfront Inn  per sorseggiare qualcosa di caldo prima di continuare il nostro viaggio verso ovest.

La meta di oggi è St Ives o più in là se avremo tempo, alla ricerca del mitico Land’s End dove il mondo finisce…

Torna il sole, in tipico stile tropical-british, percorriamo con piacere questo splendido tratto di strada (B3301) e ci concediamo una emozionantissima pausa come quella su Hell’s Mouth. Un panorama mozzafiato affacciato sull’oceano da un terrazzo d’erba dove solo il buonsenso ti impedisce di volare giù per non tornare più in questo mondo. Assolutamente VIETATO a incoscienti, ubriachi, bambini disubbidienti e paurosi di ogni tipo!

cielo...mare...vento
cielo…mare…vento

Come dice Erica, uno dei posti più belli mai visti: condivido! Soprattutto per la scarica adrenalinica che ti dà tutto questo cielo, questo suono di mare e di vento che cancella tutto il resto: ci sei solo tu con i tuoi pensieri e la grande madre natura….niente scalette, parapetti di sicurezza, panorami attrezzati con panchine e cannocchiali, solo tu, il tuo buon senso e alla fine….il consueto piovasco orizzontale che ferma questi pensieri per indurci ad una precipitosa ma divertente corsa in discesa. Peccato andare via da qui soprattutto se a darti il saluto arriva una raffica di arcobaleni. No, non possiamo partire proprio adesso, godiamoci almeno uno di questi archi colorati che qui hanno davvero un sapore speciale.

Doppio arcobaleno
Doppio arcobaleno

Via adesso, vogliamo raggiungere St. Ives prima del buio. Ce la facciamo, arriviamo alle 4 e mezza, giusto in tempo per apprezzare i colori del crepuscolo. Lo spettacolo del tramonto non è previsto, il cielo si fa grigio e la solita pioggia fermerà anche qui la nostra passeggiata…

Terra di Mare
Terra di Mare

La città si sviluppa sul fianco della collina che scende verso la spiaggia, noi arrivando dall’alto godiamo di una bella vista sulla città, con i suoi tetti ricoperti di muschio ed erbette di varo tipo: un colpo  d’occhio davvero bello, le antiche case con i tetti di pietra ricoperti di verde, come praticelli….e in basso la sabbiosa spiaggia e il dedalo di stradine a farle da cornice. Ci addentriamo nei stretti viottoli pieni di gente (anche in tenuta da surf, con gocciolante muta, ciabatte e tavola da surf sotto il braccio), ed entriamo ed usciamo dai piccoli graziosi negozietti, incerte tra l’acquisto di maglioni di lana ed impermeabili prodotti localmente che esibiscono sull’etichetta la certificazione di resistenza alla pioggia orizzontale della Cornovaglia! Anche la scelta del Pasty da consumare per cena, si presenta ardua, è pieno di tentazioni alimentari che occhieggiano dalle vetrine.
Pasty: tipico pasto della Cornovaglia dal 2003 riconosciuto IGP! E un fagottino di pasta ripiena di carne o uova o verdure o di tutto un po’, nato come pasto per i minatori.

Tentazioni culinarie a St Ives
Tentazioni culinarie a St Ives

Prima di scegliere il pasto quotidiano, vogliamo scendere fino al mare e passeggiare lungo la spiaggia. Purtroppo quest’intento e l’entusiasmo vengono smorzati dal gelido piovasco che ci fa precipitare in un Tea-Room, dove, circondate da torte in luccicanti alzate di vetro, ordiniamo il nostro typical cornish pasty. Successivamente scopriamo di essere capitati nell’unico posto della città dove il pasty che viene servito è Gluten-free!!! Mi rimane la voglia di provarne uno normale.. La sera è ormai scesa e dobbiamo percorrere un bel po’ di strada per raggiungere Littlearnick Farm a Looe dove abbiamo prenotato la stanza per stanotte.

Lasciamo quindi l’oceano e ci infiliamo nella grande viabilità con il rimpianto di non avere una sistemazione più vicina che avrebbe potuto permetterci di tornare domani alla ricerca di nuovi scorci ed emozioni oceaniche!

Siamo nelle tenebre tra strette strade di campagna, quando il fido navigatore di I-Pad insiste sul farci imboccare un improbabile viottolo che mai e poi mai due donne sole in una sciccosa Audi Coupè, in terra straniera, si sognerebbero di entrare. Ma eccoci arrivati a casa della carinissima e very english signora che riceve i suoi ospiti nella grande casa di campagna. Tutto molto british, il caminetto acceso nella sala, la stretta scala che porta al piano superiore, moquette ovunque, doccia elettrica, riviste di giardinaggio in consultazione, thè e caffè in camera, tripli cuscini, trapunta a fiori, tendaggi in tinta….

29 MARTEDì

Little Larnick
Little Larnick

Super colazione e super sorpresa uscire al mattino con il sole ad illuminare i prati che le tenebre inghiottivano al nostro arrivo ieri sera.
Oggi non sono previsti incontri, quindi ci godiamo una mattina turistica con visita a Looe e Polperro, carinissimi villaggi costieri affacciati sulla Manica. Looe ci accoglie con un’infilata di negozietti per turisti (un paio a dir la verità, niente in confronto a ciò a cui siamo abituati nelle nostre città). Sul canale che divide in due il villaggio, parecchi bambini pescano granchi o meglio molti granchi si lasciano catturare dai bambini che, felici dell’abbondanza del loro pescato, li rigettano in mare.

Looe
Looe

Looe si sviluppa sulla foce dell’omonimo fiume al di qua e al di là delle sue sponde, per finire sulla tranquilla spiaggia dove il fiume si getta nel mare. Segnali turistici ci informano sulle regole di balneazione e vari banchetti informativi vendono gite in barca alla scoperta delle coste e delle isole. Da ricordare un paio di costruzioni: una chiesa trasformata i condominio con tanto di citofono sul portone, ed un’antichissima casina di pietra a calce e vecchie travi di legno, tutta sghemba e dalla magica atmosfera da casa delle streghe o forse meglio, da bettola di pirati.

Casa del 1500
Casa del 1500

Ma l’atmosfera piratesca è più presente a Polperro, che si trova un po’ più a ovest sullo stesso tratto di costa. A Polperro si entra a piedi, la macchina va lasciata nel grande parcheggio prima di imboccare il canale su cui sorge il villaggio. Una breve passeggiata tra simpatici negozietti di souvenir in stile marino, vetrine con leccornie tentatrici e curatissime case tutte in fila con le bianche facciate, i tetti a punta, le finestrelle riquadrate e il curatissimo giardinetto, ci conduce al mare. Qui, lo stretto imbocco naturale del porto protetto da alte rocce, fa venire in mente storie di pirati e marinai ben protetti da incursioni indesiderate. A destra del piccolo porto un sentiero ci porta alla scogliera da cui godiamo di un altro grande panorama.

Polperro
Polperro

Manca la drammaticità dell’oceano, qui sai che dall’altra parte c’è l’Europa; un piccolo pub sul porto ti ricorda che è l’ultimo posto in cui bere una birra prima… della Francia! Non resistiamo alla tentazione di una passeggiata fangosissima in costa alla scogliera verso ovest ma, a parte un romantico passaggio di pescherecci sotto di noi, non ho particolari spunti di cui parlare. Ci facciamo infinocchiare al ristorantino che ci serve una gustosa crema di carote Knorr e lasciamo questa chicca marinara per raggiungere la nostra sistemazione notturna di oggi.

Anche la Cornovaglia rimane alle spalle mentre percorriamo il Devon alla ricerca di un nuovo giardino da visitare. Non ricordo il nome ma ricordo la riccioluta proprietaria che assomiglia moltissimo alla pazza insegnante di divinazione in Harry Potter interpretata da una riccioluta Emma Thompson. In questo giardino il gelo ci attanaglia mentre percorriamo curiosi intrecci di ramaglie e tubi di alluminio…Molto spiritosa, al limite del raggiro, l’idea del “giardino di muschio”: vedere per credere! Una zona particolarmente umida nel boscoso giardino dove il muschio cresce spontaneo come in ogni zona umida di qualsiasi bosco!

Intirizzite e stanche ma soprattutto affamate, ci mettiamo in viaggio verso il B&B Stone Cottage e guidate dal fido navigatore e alla fine dall’appetito stuzzicato da un delizioso profumino, troviamo mr Robert che ci accoglie tra le tenebre di questa ennesima sperduta strada tra boschi e campagna. Da citare l’entrata in scena poco prima, di un gentiluomo che con la torcia è uscito dalla sua casa per chiederci se avevamo bisogno di aiuto: evidentemente non passano di qua in molti e avendoci sentite passare più di una volta si è allarmato. Gentilezza d’altri tempi: Country Style!

La nostra colazione preparata da Robert
La nostra colazione preparata da Robert

Mr Robert sta preparando la cena per sé e la sua compagna, non sembra ci stessero aspettando, c’è stato un malinteso sulla prenotazione, ma non importa, la stanza è pronta, possiamo appropriarcene. Forse non aspettandoci, non hanno previsto di fare le pulizie però… ma chi se ne frega, l’atmosfera è così piacevolmente familiare, la casina così accogliente, il focolare scoppiettante che fa da sottofondo ai rauchi miagolii della vecchia micetta, che non ci formalizziamo quando nel cestino delle marmellate c’è qualcosa che cammina…l’importante è che non salti!

mr Robert
mr Robert